Velvet, la fiction trasmessa su Rai 1 giunta alla decima puntata, la prossima in onda sarà l'undicesima e verrà trasmessa il 5 novembre, continua a raccogliere consensi episodio dopo episodio. Il segreto del successo di questa fiction spagnola in Italia è data da diversi ingredienti, ma alla base c'è la storia d'amore appassionante tra di due protagonisti. Belli e innamorati, Don Alberto Marchez e Ana: lui è il proprietario della galleria di moda Velvet, lei una delle sarte. Il loro amore contrastato e il loro evidente feeling nell'interpretare il loro ruolo, ha fatto appassionare i fan al punto da fare loro pensare che Ana e Alberto si amassero anche nella vita reale.

Succede spesso che due attori impegnati a recitare una storia di passione, intricata e ingarbugliata, finiscano nella rete dell'amore e, smessi i panni dei personaggi, danno inizio ad una relazione. Purtroppo dobbiamo smentire, e confermare che, al momento, oltre alla sintonia sul set non c'è nient'altro fra di loro e c'è anche un valido motivo. Ana, che nella vita reale è Paula Echevarría, è felicemente accompagnata ed è anche mamma di una bambina di nome Daniela.

La vita fuori dal set di Miguel Angel Silvestre e Paula Echevarría

Noti con i nomi dei personaggi interpretati, la coppia protagonista di Velvet sono, invece, due attori molto famosi nel loro Paese. Paula Echevarría è una delle attrici più ricercate in Spagna, e non solo. Paula è una donna piena di risorse, e oltre alla carriera di attrice, ha aperto un blog che gestisce personalmente e attraverso il quale dà consigli di bellezza alle donne.

I migliori video del giorno

Miguel Angel Silvestre, Alberto nella fiction, è un giovane di talento, castigliano, di 32 anni. Bello e affascinante, è considerato uno dei sex symbol spagnoli. Il suo successo ha dei precedenti, soprattutto in Italia. Silvestre, infatti, oltre ad aver preso parte a diversi film, ha girato nel nostro Paese "L'imbroglio del lenzuolo", una pellicola diretta da Alfonso Arau, dove ha recitato al fianco di Maria Grazia Cucinotta e Primo Reggiani.