Ieri 31 gennaio vi abbiamo anticipato che il viaggio di Teresa Cilia e Salvatore Di Carlo era appena iniziato in Sicilia. Infatti la coppia era stata ospite delle rispettive famiglie per le presentazioni ufficiali in quanto entrambi sono molto legati alle tradizioni. Mentre oggi, 1 febbraio, i fidanzatini sono partiti per il loro viaggio ufficiale offerto da Uomini e donne.

U&D: Teresa Cilia e Salvatore Di Carlo, il viaggio è ufficialmente iniziato

I due ragazzi stanchi ma contenti dal fatidico 28 gennaio, che tra l'altro resterà nella storia per l'abbandono del trono di Andrea Cerioli e la presentazione di 3 nuovi tronisti sono stati avvistati all'aeroporto di Palermo in attesa di prendere un volo per una destinazione che al momento è top secret.

Se ieri, i rumors ipotizzavano una crociera nel Mediterraneo dato che si trovavano entrambi già in Sicilia e un ritardo per permettere al portiere di giocare oggi la sua partita di calcio con il Vittoria si sbagliavano di grosso perché Teresa e Salvo nonostante la stanchezza ed i banchetti luculliani in loro onore sono partiti da Palermo, un aeroporto vicino al comune di Roccapalumba. 

Insomma per i ragazzi si intravede un futuro roseo come quello di Rama Lila Giustini e Jonas Berami che non si sono più lasciati dal giorno della commovente scelta, un autentico successo di Auditel per Maria De Filippi che grazie alla scelta di portare in Italia, un divo de Il Segreto ha fatto lievitare gli ascolti del Trono Classico.

Intanto circolano mille ipotesi sulla destinazione di Teresa e Salvo: forse si tratta di Parigi, dato che il calciatore voleva già portarci la sua principessa per un'esterna a Uomini e Donne per poi ripiegare per la romantica Venezia. In queste ore le loro pagine di Facebook hanno lamentato un'eccessiva invadenza di alcune fans euforiche, che hanno tentato di raggiungerli telefonicamente importunando i parenti, tanto da chiedere più rispetto.

Se volete restare aggiornati su Teresa e Salvatore, non vi resta che cliccare segui, il tasto a destra dell'articolo.