I fan del Il Trono di Spade, sono rimasti talmente sconvolti dalla fine di Hodor durante l’episodio cinque della sesta stagione, che quasi non si sono accorti di una sequenza molto importante che spiega l’origine delle creature più inquietanti e misteriose di Westeros: gli Estranei. Bran Stark in uno dei suoi viaggi, assiste alla nascita del primo Estraneo  ad opera dei Figli della Foresta, che ferendo il corpo di un uomo con un pugnale di drago, allo scopo di vincere la guerra contro i primi uomini, lo trasformano.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Chi era quell’uomo? E’ possibile trovare una risposta dando un occhiata all’attore che, nell'episodio sopracitato, interpreta l’uomo legato all’albero diga.

Il primo Estraneo del Trono di Spade secondo la serie televisiva

Nella visione di Bran Stark, l’uomo che viene trasformato dai figli della foresta nel primo Estraneo è interpretato da Vladimir Furdik, attore che nella versione televisiva del  Il Trono di Spade interpreta anche il Re della Notte, l’inquietante leader degli Estranei.

Pertanto secondo la serie televisiva il primo Estraneo sarebbe il Re della Notte, mentre i libri di R.R. Martin ci raccontano una versione completamente differente.

Gli Estranei raccontati nelle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Nei libri di R.R. Martin, il  Re della Notte è rappresentato da una figura leggendaria del passato, la cui importanza era simile a quella di Lan l’imboglione,, che fondò la casata Lannister, e a Brandon il Costruttore, leggendario fondatore della Casa Stark, che costruì la Barriera e Grande Inverno. Nel primo libro, è la vecchia Nan, che racconta a Bran Stark la leggenda del Re della Notte: un feroce guerriero, probabilmente appartenente a Casa Stark,  che divenne il tredicesimo Lord Comandante dei Guardiani della Notte, migliaia di anni prima degli eventi rappresentati nel Il Trono di Spade.

I migliori video del giorno

Egli si innamorò perdutamente di una donna che viveva oltre la Barriera, una Estranea "dalla pelle bianca come la luna e gli occhi blu come le stelle".  Il Lord Comandante, divenne un disertore,  la inseguì e l’amò con tutto se stesso, donandole la sua anima. Visse con lei tredici anni oltre la Barriera, commettendo indicibili atrocità e autoproclamandosi re, fino a quando non venne sconfitto da Joramun, il leggendario Re oltre la Barriera e da Brandon il Costruttore, che insieme decisero di cancellare per sempre il suo nome.

Il Trono di Spade: I libri e la serie tv

La versione dei libri è in netto contrasto con quanto abbiamo visto nell’episodio cinque della sesta stagione, in cui i Figli della Foresta hanno mostrato a Bran come la creazione degli Estranei sia opera loro, mentre nei libri, invece, si narra che il Re della Notte incontra un Estraneo prima di essere trasformato in uno di loro.  Gli autori Dan Weiss e David Benioff, nella versione televisiva del Il Trono di Spade, hanno totalmente reinventato la storia del Re della Notte, descrivendolo chiaramente come il capo degli Estranei.

Per ricevere gli aggiornamenti su questo articolo e su altri articoli inerenti programmi tv e gossip, il suggerimento è di commentare, e poi di cliccare sul tasto "Segui" in alto, sopra il titolo della news