La nuova edizione di Uomini e donne trono over si preannuncia decisamente non facile per Gemma Galgani, ancora una volta protagonista di nuovi scontri verbali con l'opinionista del talk show Tina Cipollari, tornata in perfetta forma fisica e con un nuovo look dopo la partecipazione a Pechino Express, il reality show di Raidue che vedremo in onda in prima serata da lunedì 12 settembre alle 21.15

U&D, l'accusa di Tina nei confronti di Gemma

Tornando però all'impegno di Tina Cipollari con Uomini e donne, le ultime di gossip di queste ore rivelano che nel corso delle prime due registrazioni del trono over non sono mancati i colpi di scena.

Nel dettaglio durante la prima puntata, quella in cui c'è stato un nuovo confronto tra Gemma e Giorgio, Tina ha imitato la dama nel momento in cui ha lertto la tanto chiacchierata lettera d'amore al suo ex fidanzato durante lo speciale dello scorso giugno e in più l'ha accusata di essere falsa, perché il contenuto nella missiva non c'era niente di nuovo rispetto a tutto quello che i due si erano detti durante l'anno, in studio a U&D.

Subito dopo il confronto tra Gemma e George, ecco che Tina ha messo nuovamente alle strette la dama, chiedendole esplicitamente se fosse ancora innamorata del cavaliere: la risposta della donna è arrivata dopo qualche minuto di esitazione ma alla fine è stata negativa. Anche in questo caso, però, Tina ha puntato il dito contro la dama, ritenendo che sta mentendo ancora una volta.

I migliori video del giorno

Gemma frequenta un nuovo cavaliere

Le gossip news su Uomini e donne rivelano che le novità più succulenti ci sono state nel corso della seconda registrazione del trono over: Gemma ha annunciato di aver iniziato a frequentare un nuovo uomo di nome Marco, che sembra essere riuscito a conquistarla. Anche in questo caso la reazione di Tina Cipollari non si è fatta attendere: secondo il parere dell'opinionista Gemma finge di essere interessata a quest'uomo ma in realtà nel suo cuore e nella sua mente continua ad esserci solo George, che tuttavia ha ribadito più volte di non essere disposto ad un ritorno di fiamma.