Questo pomeriggio debutta su Canale 5 la prima puntata di Uomini e donne trono classico-gay 2016-17 e in queste ore sul web e sui social trapelano già le primissime gossip news sul primo tronista omosessuale scelto dalla redazione del talk show di Maria De Filippi per dare il via a questa nuova avventura. Di chi si tratta e quali sono le notizie che trapelano sul suo conto?

U&D, le accuse choc sul tronista gay

Le gossip news rivelano che il primo tronista gay di Uomini e donne si chiama Claudio Sona: ha 29 anni ed è originario di Verona. Nella vita gestisce un locale in pieno centro nella città degli innamorati e ha ammesso che da questa esperienza spera di riuscire a trovare un uomo che abbia voglia di innamorarsi per davvero proprio come lui.

Una presentazione di tutto rispetto per Claudio, vista già da centinaia di migliaia di spettatori di U&D in streaming sul sito web WittyTv.it: eppure stando alle news riportate da Dagospia, dietro quella 'faccia d'angelo' di Claudio si nasconderebbe un piccolo diavoletto.

Sì, perché le ultimissime di gossip rivelate dal sempre ben.informato Dagospia rivelano che Claudio Sona potrebbe non essere così angelico come vuole far credere: nel dettaglio si vocifera che il nuovo tronista gay di U&D sarebbe già impegnato al di fuori del contesto televisivio con un altro ragazzo, al punto che i bene informati parlano di relazione sentimentale tra i due. E allora perché ha accettato di prendere parte a Uomini e donne? Sembrerebbe che Claudio abbia pensato agli 'affari economici': in effetti partecipare alla trasmissione pomeridiana della De Filippi, seguita da oltre 3 milioni di spettatori, potrebbe incrementare anche il numero i 'visitatori' del suo locale in pieno centro a Verona.

I migliori video del giorno

Tina Cipollari difende Claudio

Tuttavia in difesa di Claudio Sona è scesa in campo Tina, la storica opinionista di U&D: secondo la Cipollari si tratta solo di rumors infondati che trapelano sul conto del primo tronista omosessuale del programma. Lei, infatti, ha rivelato di aver conosciuto una persona perbene, educata, gentile, insomma senza scheletri nell'armadio.