Clemente Russo è stato duramente attaccato da Alfonso Signorini, nella diretta di ieri sera del "Grande Fratello Vip". Il pugile è stato accusato di essersi comportato scorrettamente nei confronti di Bosco Cobos. Quel "friariello", appioppato con l'inganno allo spagnolo non è piaciuto né al pubblico, né all'opinionista.

I fatti

Durissimo attacco ieri sera di Alfonso Signorini a Clemente Russo. Il pugile è stato chiamato in confessionale per porgere le sue scuse a Bosco e alla comunità gay in generale. Il napoletano, nei giorni scorsi aveva affibbiato a Cobos il soprannome "friariello" che, dalle sue parti, è un appellativo usato per indicare i gay.

Bosco Cobos, seduto di fronte allo schermo della casa, ha assistito a tutta la scena e ai duri attacchi che Alfonso Signorini ha rivolto a Clemente, accusato di essere omofobo. Il pugile, da parte sua, si è dichiarato sorpreso. Ha affermato di non avere molti amici gay, con cui usa questo appellativo, e non era sua intenzione offendere nessuno.

Le scuse di Russo a Cobos

Clemente Russo ha subìto un duro attacco, ieri sera, nella diretta del "Grande Fratello VIP". L'opinionista della trasmissione, Alfonso Signorini, lo ha accusato di omofobia per aver affibbiato a Bosco Cobos, il soprannome di "friariello" che, in napoletano sta per "femminiello". "Dalle mie parti femminiello è un offesa", ha detto il giornalista. Russo che già prima di questo j'accuse aveva provato a spiegare che non voleva offendere nessuno, si è dichiarato sorpreso per il polverone causato dalla vicenda.

I migliori video del giorno

Il pugile si è detto molto dispiaciuto del fatto che le sue parole, siano apparse come un'offesa alla comunità gay. Per questo, appena uscito dal confessionale, si è scusato con Bosco, in lacrime, affermando di non avere alcuna intenzione di offenderlo. Dal canto suo lo spagnolo ha confessato di essere rimasto ferito perché non capisce il senso dell'umorismo italiano (avendo problemi con la lingua), ma che l'atteggiamento di Clemente gli ha fatto ricordare di quando veniva preso in giro a scuola. Clemente Russo si è salvato così, dalla nomination e dall'esclusione (chiesta a gran voce dal pubblico).