Nina Moric non smette di sorprendere. Sul suo profilo Facebook, la modella croata ha scritto un lungo post dal titolo "I ministri del Governo Moric 2018". Nella lista dei suoi consiglieri, ci sono nomi noti della politica, della giustizia e dell'economia, ma anche personaggi dello spettacolo. Alcune candidature sono una vera e propria provocazione. Basta dire che Cristina Buccino è messa a capo del Ministero degli Esteri per dare maggior spessore internazionale all'Italia!

La lista di Nina

Nina Moric, usando Facebook Mentions, ha stilato la lista dei ministri per il suo personale governo nel 2018, quando, presumibilmente, si tornerà a votare. Nell'elenco compaiono nomi di politici, ma anche personaggi dello spettacolo e della televisione. La provocazione maggiore è lanciata con la candidatura di Cristina Buccino agli Affari Esteri. La motivazione della scelta, infatti, è un vero siluro alla credibilità attuale del nostro Paese: "sicuramente all'estero acquisiremo stima e spessore", scrive Nina.

Altra bordata va a Maria Elena Boschi. Tra i ministri senza portafogli, infatti, figura Gianluca Vacchi alle "Riforme costituzionali e rapporti con il Parlamento" con questo giudizio: "tanto non potrà fare peggio della Boschi". Quantomeno curiose le "nomine" di Emis Killa al Ministero per il Lavoro e le politiche sociali e di Selvaggia Lucarelli agli "Affari Regionali".

Mentana, Sgarbi e Colò

La lista dei ministri di Nina Moric ha anche nomi che potrebbero apparire sensati, anche se presi dal mondo della televisione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Gossip Matteo Salvini

Licia Colò è messa al Ministero dell'Ambiente, Enrico Mentana all'Istruzione e Sgarbi ai Beni Culturali. Nell'elenco di Nina ci sono anche politici e personaggi di spicco della società italiana. Salvini andrebbe a coprire il posto al MInistero dell'Interno, Ilda Boccassini alla Giustizia, Claudio Graziano (penultimo generale delle Forze armate), alla Difesa e Giovanni Ferrero all'Economia. Insomma, tolti alcuni nomi, è una lista che un senso lo ha.

Sarebbe a metà tra un governo tecnico ed uno politico. Qualcuno raccoglierà la sfida lanciata dalla Moric?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto