La semifinale tanto attesa del reality show Grande Fratello VIP, in onda ieri sera su Canale 5 e condotta da Ilary Blasi, ha riservato grandi sorprese. La puntata, nella parte iniziale, si è concentrata sulle eliminazioni che hanno visto fuori dal gioco la giovane modella venezuelana Mariana Rodriguez e la spontanea Elenoire Casalegno.

Ecco cosa è successo nel corso della puntata del 31/10 del GF Vip

Dopo l'uscita di Mariana ed Elenoire, i concorrenti rimasti in gara hanno dovuto decidere chi per loro e tra loro sarebbe dovuto essere il secondo finalista del gioco, dopo la ciociara Alessia Macari. Tutti hanno ritenuto giusto mandare in finale Andrea Damante, perché considerato un ragazzo in gamba e buono all'interno del reality.

Questa decisione ha confuso lo stesso Andrea, il quale non riusciva a credere di aver ottenuto tutti quei consensi. Ma a placare l'euforia del giovane concorrente è intervenuta la presentatrice Ilary Blasi, la quale ha spiegato che il giudizio finale sarebbe spettato comunque al pubblico sovrano, che avrebbe dovuto scegliere chi salvare tra Andrea Damante e il concorrente che l'ex tronista avrebbe indicato per sfidarlo.

Scontro tra Andrea Damante e Stefano Bettarini

Andrea Damante, sentendosi probabilmente la vittoria già in tasca, ha indicato Stefano Bettarini, accennando una serie di motivazioni incomprensibili per chiunque. Ovvia la dura reazione dell'ex calciatore, il quale ha creduto si trattasse solo di strategia e non, come voleva far credere il il ragazzo, di semplice perbenismo. I due concorrenti, dopo aver avuto un un rapporto di stima reciproca all'interno della casa, nel corso dell'ultima puntata sono invece giunti ai ferri corti.

I migliori video del giorno

Stefano Bettarini visibilmente offeso e amareggiato, Andrea Damante in difficoltà nel cercare continuamente di giustificare la sua posizione. 

Entrambi i concorrenti sono finiti al televoto, e colui che ha dovuto abbandonare ufficialmente la casa, con grande sorpresa del pubblico, è stato Andrea Damante. Da qui la chiara e netta affermazione di Bettarini, il quale al termine della lettura del verdetto ha urlato soddisfatto: "Godo!".