La morte di Fabrizio Frizzi [VIDEO]ha colpito tutti: non solo il mondo dello spettacolo, ma anche la gente comune, ha pianto la dipartita del celebre conduttore tv, che ogni giorno entrava nella casa degli italiani. A quanto pare, però, secondo quanto detto da alfonso signorini, ospite a Matrix, Frizzi sapeva di non avere scampo. L'ischemia avuta lo scorso ottobre lo aveva condotto a fare degli esami che avevano dato degli esiti tristi: aveva tumori inoperabili. Fino all'ultimo, però, Fabrizio non si è arreso e ha continuato a lavorare.

La malattia del conduttore

A svelare la verità sulla malattia che ha colpito Frizzi è stato il direttore di Chi: Signorini, infatti, ha rivelato di essere a conoscenza di alcuni particolari sul malore che aveva colpito il conduttore de L'Eredità.

Fabrizio era stato colto da un malore durante la registrazione del programma pre-serale di Raiuno. In quell'occasione aveva fatto alcuni accertamenti che gli avevano fatto scoprire una triste verità: aveva dei tumori talmente diffusi da non essere operabili. Il marito di Carlotta Mantovan, però, non si è arreso ed ha continuato a lavorare.

Fabrizio, in più di un'occasione, aveva dichiarato di essere pronto a lottare per vedere crescere la figlia Carlotta, di soli 5 anni. Purtroppo, però, le cose sono precipitate: Frizzi non ce l'ha fatta ed è stato colpito da un'emorragia cerebrale la notte tra il 25 e il 26 marzo. La notizia è stata data dalla moglie e dal fratello, che sono stati vicini al conduttore, già ricoverato da qualche giorno, senza mai lasciarlo solo. Il pubblico ha dato l'ultimo saluto al conduttore, dimostrando un grande affetto.

La scelta di Fabrizio

D'altra parte, come ha sottolineato anche Signorini, Fabrizio aveva compiuto un piccolo 'miracolo' decidendo di non stare ad aspettare la fine dei suoi giorni, ma continuando piuttosto a lavorare fino alla fine. In tal modo, il conduttore ha continuato a fare compagnia al suo pubblico, senza mai proferire parola sul triste destino che lo attendeva, pur essendo consapevole di non avere molte speranze.

Durante i suoi 60 anni, di cui 40 passati nel piccolo schermo, Frizzi ha saputo conquistare il cuore degli italiani per i suoi modi gentili e sempre educati: di certo un personaggio come lui non sarà dimenticato. Inoltre, Fabrizio aveva fatto molto bene: tra beneficenza e volontariato, il conduttore non si era mai risparmiato e tutto l'amore gli è tornato indietro durante i funerali, quando giovani e meno giovani si sono stretti attorno alla famiglia per dimostrare vicinanza e sincero cordoglio.