George Clooney è stato chiamato in causa da Vittorio Sgarbi perché, durante le riprese della serie televisiva "Catch 22", non avrebbe avuto cura della pulizia della cittadina di Sutri. L'attore americano, insieme al suo staff, ha risposto alle accuse mosse dal sindaco del Comune viterbese, il quale ha affermato di essere in possesso di alcuni scatti che testimonierebbero lo "scempio".

Sgarbi ha anche aggiunto di non essere mai stato avvisato dalla produzione del film dell'approdo a Sutri, e si è detto certo di vincere la causa giudiziaria, com'è già accaduto in altre 636 occasioni.

Allo stesso tempo, però, il divo hollywoodiano e i suoi collaboratori hanno ribattuto seccamente: "Mai sporcato Sutri".

L'accusa di Vittorio Sgarbi a George Clooney

A George Clooney, il primo cittadino di Sutri aveva criticato la carenza di sensibilità nei confronti del nostro Paese: "Penso che un uomo che ama l'Italia come George Clooney avrebbe dovuto mostrare maggior cura e delicatezza". Secondo il critico d'arte, il terreno utilizzato per coprire il lastricato e restituire alla cittadina l'aspetto originario di terra battuta è stato rimosso lentamente e, soprattutto, senza particolare attenzione, facendo innalzare delle polveri fastidiose che avrebbero costretto i residenti a pulire i residui.

"L'iniziale soddisfazione per la promozione della città - ha evidenziato Sgarbi - si è trasformata in disappunto per gli effetti negativi causati dall'insufficiente garanzia per la tutela della città e dei cittadini. Infatti, in attesa degli effetti benefici, si è registrata, a fronte di un modesto contributo dal Comune di appena cinquemila euro, una manomissione del paese talvolta impertinente, talvolta arrogante".

Clooney si difende, ma il sindaco di Sutri risponde: "Ho le foto"

George Clooney e la sua casa di produzione hanno ribattuto alle accuse mosse da Sgarbi, riportando che non c'è stata alcuna alterazione della cittadina, e nessun atteggiamento prepotente o di arroganza, ricordando di non aver arrecato danni né alla città di Sutri, né tantomeno ai suoi abitanti.

Allo stesso tempo, è stata sottolineata l'ottima accoglienza dei residenti, i quali hanno sempre manifestato un certo sostegno verso il lavoro svolto durante le riprese della Serie Tv.

Dunque, secondo l'attore e regista statunitense, le affermazioni di Vittorio Sgarbi non corrisponderebbero a verità, giacché nessun cittadino ha dovuto ripulire personalmente, dato che i lavori di pulizia sono stati gestiti da ditte specializzate "che hanno perfettamente ripristinato lo stato dei luoghi antecedente alle riprese".

La smentita di Clooney e del suo staff, però, non ha trovato d'accordo il primo cittadino di Sutri, il quale ha risposto prontamente, rivelando di essere in possesso di "fotografie compromettenti".

Secondo Sgarbi, infatti, da questi scatti emerge la presenza di residui di sporcizia e terra rossastra mentre, per quanto riguarda la pulizia, ci sarebbe la testimonianza di un uomo che avrebbe sostenuto di essere intervenuto in prima persona per togliere via la polvere e la terra lasciati lì dai produttori di "Catch 22" al termine delle riprese.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!