Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, torna a parlare delle critiche e delle polemiche scoppiate sui social dopo le sue foto sull'aereo privato, le quali hanno scatenato un vero e proprio polverone mediatico. In moltissimi si sono scagliati contro la Bruganelli, ritenendo che con questo modo di fare tendesse a mettere in evidenza e bella mostra la propria ricchezza, facendo fare brutte figure a suo marito Paolo. Ma Sonia non ci sta a queste accuse e, intervistata dal Corriere della Sera, ha svelato il perché di questo jet privato, affermando che tale decisione è dovuta anche alle condizioni di salute di sua figlia.

Tutta la verità di Sonia Bruganelli: dalla malattia della figlia all'aereo lussuoso

La Bruganelli nel corso dell'intervista rilasciata in questi giorni al Corriere della Sera ha dichiarato che in un primo momento è stata proprio lei a convincere suo marito Paolo Bonolis ad affittare un jet privato per i loro spostamenti estivi. Una decisione dovuta anche al fatto che la figlia Silvia ha problemi motori e fino a pochissimo tempo fa i suoi spostamenti avvenivano soltanto in carrozzina.

Adesso, però, le cose per la piccola Silvia sono migliorate e grazie alle terapie è riuscita a diventare quasi autonoma, così come ha svelato la stessa Sonia. Ecco perché la moglie di Paolo Bonolis non ci sta alle critiche e alle accuse che le vengono mosse sui social da persone che 'giudicano senza sapere'.

La Bruganelli, infatti, ha raccontato al Corriere il suo periodo infernale, quando la piccola finì in terapia intensiva pochissimo tempo dopo la nascita.

'E' stata dura. Ho visto Silvia in terapia intensiva per due mesi mentre incontrava complicazioni non previste. I danni motori e al linguaggio ne sono la conseguenza', ha dichiarato la Bruganelli aggiungendo poi che il suo dolore personale non lo saprà mai nessuno e soprattutto che mai le sfiorerà l'idea di condividerlo sui social.

La Bruganelli risponde alle accuse: 'Posso pagarmi da sola il jet privato'

E alle accuse di coloro che le puntano il dito contro su Instagram rinfacciandole di essere 'soltanto la moglie di Paolo Bonolis', Sonia ha ricordato di essere al capo di una casa di produzione e casting che recluta i personaggi che poi vediamo non soltanto nelle trasmissioni del marito, ma anche altrove.

Con la SDL2000, la Bruganelli ha creato 30 posto di lavoro e pur non nascondendo il fatto di essere stata 'privilegiata' dalla presenza di Bonolis al suo fianco, ha dichiarato che oggi può permettersi anche da sola di noleggiare l'aereo privato senza i soldi di suo marito.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!