Identità politiche in Italia, nuovo sondaggio Swg presentato oggi col titolo "Il nuovo che arriva con gli occhi al passato".

L'istituto demoscopico Swg, dopo aver rilevato le intenzioni di voto degli italiani, in un sondaggio pubblicato oggi studia le identità politiche, ne esce fuori un pareggio tra chi si definisce moderato e chi invece si dichiara anticasta.

"Se lei dovesse scegliere due definizioni politiche per se stesso, tra quelle elencate, come si definirebbe?". Questa la domanda posta da Swg a un campione rappresentativo di italiani, ecco quali sono state le risposte.

Il 22% degli italiani si dichiara moderato e un altro 22% si definisce anticasta.

Pubblicità
Pubblicità

Si ritiene progressista il 16% degli italiani, riformista 15%. Berlusconiano convinto è 14% degli italiani, l'unico dato che segnala la presenza di un leader come tratto caratterizzante dell'identità politica. Poi si definisce etico il 10% degli intervistati, liberale l'8%, ambientalista l'8%, addirittura anticomunista il 6%. "Altro" (con ulteriori definizioni proposte dagli intervistati) ha risposto il 5%

Questo il dato complessivo che Swg nel sondaggio chiama "dato Italia". Questi invece i dati relativi agli elettori dei due diversi schieramenti politici tradizionalmente contrapposti. Tra i votanti del centrosinistra si ritiene progressista il 22%, anticasta il 19%, riformista il 18%, etico il17% e moderato il 16%. Tra i votanti del centrodestra si dichiara moderato il 26%, berlusconiano il 25%, anticasta il 16%, Liberale il 12%, anticomunista il 12%.

Pubblicità

Il sondaggio ha dato la possibilità agli intervistati di esprimere anche più risposte. Questa la nota informativa: dati archivio Swg. Periodo di esecuzione novembre 2013. Metodo di rilevazione CAWI su un campione rappresentativo nazionale di 1500 soggetti maggiorenni. #Silvio Berlusconi #Sondaggi politici