Decreto Svuotacarceri approvato e convertito in legge al #Senato, cresce l'attesa per amnistia e indulto 2014.

L'Aula del Senato della Repubblica, presieduta da Pietro Grasso, ha approvato definitivamente e senza modifiche, con 147 voti favorevoli, 95 contrari e nessun astenuto il decreto legge cosiddetto svuotacarceri, che prevede misure contro il sovraffollamento carcerario e per la tutela dei diritti fondamentali negli istituti di pena e quindi una serie di misura a favore della liberazione anticipata anche facendo uso del braccialetto elettronico. Il decreto - varato dal #Governo Letta su proposta del ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri e approvato in prima lettura alla Camera dei Deputati - dopo il nuovo via libera a Palazzo Madama è convertito in legge.

Pubblicità
Pubblicità

Mentre si deve attendere la prossima settimana per tornare a parlare in Parlamento di amnistia e indulto.

Svuotacarceri, decreto approvato e convertito in legge al Senato

Le novità più significative introdotte dal decreto convertito in legge sono: potenziamento della possibilità di affidamento in prova; obbligo del braccialetto elettronico durante gli arresti domiciliari; sconto ulteriore di pena (ogni 6 mesi) per la buona condotta in carcere (tranne che per i condannati dei reati di mafia, terrorismo e omicidio)nei permessi o nell'affidamento in prova. Lo svuotacarceri prevede anche: espulsione per i detenuti stranieri come sconto degli ultimi 2 anni di pena; istituzione della figura del Garante dei diritti detenuti.

Svuotacarceri, proteste Movimento 5 stelle e Lega Nord: 'Indulto mascherato'

Secondo i partiti della maggioranza di governo che hanno dato il via libera la teso il decreto svuotacarceri rappresenta una risposta all'Europa alla luce della sentenza Torreggiani che ha condannato l'Italia per violazione dei diritti umani nelle carceri sovraffollate dopo la quale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha chiesto con un messaggio alle Camere l'approvazione di amnistia e indulto.

Pubblicità

Secondo Movimento 5 stelle di Beppe Grillo e Lega Nord di Matteo Salvini il decreto contro il sovraffollamento carcerario è un "un indulto mascherato" e "salva mafiosi".

Amnistia e indulto, Gal: "Svuotacarceri non basta"

Il gruppo parlamentare Gal (Grandi Autonomie e Libertà) è "sicuro della civiltà e dell'opportunità di questo decreto legge sulle carceri e, benché i tempi stretti - ha detto il senatore del gruppo Gal Lucio Barani nelle dichiarazioni di voto in Aula al Senato - non lasciano spazio ad interventi migliorativi in esame che pure vi sarebbero potuti opportunamente essere, esprime un voto favorevole. "L'Europa - ha ricorda il senatore Luicio Barani primo firmatario di un ddl su amnistia e indulto in discussione in commissione Giustizia al Senato - è pronta a sanzionarci perché noi non abbiamo coraggio di prendere decisioni strutturali come amnistia e indulto".

Amnistia e indulto, prosegue esame ddl al Senato

QSe non ci adeguiamo - ha aggiunto il senatore Barani (Gal) - i nostri cittadini dovranno pagare all'Europa sanzioni di un certo valore economico procapite non appena arriverà il mese di maggio 2014".

Pubblicità

Dovrebbe proseguire la prossima settimana in commissione Giustizia al Senato l'esame congiunto dei quattro ddl per la concessione di amnistia e indulto presentati dai senatori Compagna, Manconi, Buemi, Barani e altri. #M5S