Finalmente nuove opportunità di lavoro, almeno per quanto riguarda il settore scolastico. La ministra dell'Istruzione Stefania Giannini conferma che nel 2015 si organizzerà un concorso per circa 17.000 docenti. L'immissione in ruolo avverrà nell'estate del 2016 prima dell'inizio del nuovo anno scolastico. Altra notizia rilevante è che nel 2015/2016 saranno immessi in ruolo 7.000 insegnanti che nonostante avessero sostenuto positivamente il concorso 2012 non erano riusciti ad ottenere una cattedra.

Nell'intervista rilasciata a RadioDue, la ministra ha parlato anche di altre tematiche relative al mondo scolastico. Ha messo in risalto quanto il #Governo Renzi sia attento all'edilizia scolastica con uno stanziamento (per il 2014/2015) di 300 milioni di euro per finanziare 1800 interventi di edilizia e 450 milioni di euro per il decoro e la funzionalità della stessa.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre, la Giannini ha messo in evidenza che per raggiungere un grado di cultura più elevato vuole potenziare lo studio della lingua inglese e della storia dell'arte ''Ci si concentrerà su una lingua straniera, appunto l'inglese, ma con l'opzione di sceglierne un'altra'', commenta la ministra. ''E' evidente che non bisogna togliere le materie dal piano di studi ma solamente potenziare il loro insegnamento''.

Ha, infine, sottolineato che ''l'anello debole del ciclo scolastico, sulla base dei test internazionali, è la #Scuola media. Si sta pensando a 6/7 licei di durata quadriennale, anche se il nostro obiettivo è quello di riformare la scuola media. I licei e le professionali sono ottime scuole ma vanno comunque rivalorizzate''.