"Quello fatto da #Papa Francesco è uno splendido, splendido intervento, completo e serio che sta avendo dalle prime reazioni lo stesso trattamento di regime che ha avuto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con il suo grande messaggio alle Camere"; così il leader storico dei radicali Marco Pannella commenta l'intervento di ieri di Papa Francesco sulla drammatica situazione nelle carceri e richiama il solenne appello per #indulto e #amnistia già fatto al Parlamento dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano con il messaggio alle Camere dello scorso 8 ottobre 2013.

Carceri, amnistia e indulto 2014, Pannella: splendido intervento di Papa Francesco

Un intervento - quello in cui Papa Francesco pur non dicendolo esplicitamente indica con chiarezza la via della clemenza contro il sovraffollamento carceri condannando la tortura, l'ergastolo, la carcerazione preventiva e la pena di morte - che secondo Marco Pannella farà però la stessa fine dell'appello di Napolitano per amnistia e indulto, appello "trattato dalle Camere in quel modo indecente e francamente credo - ha detto il leader radicale - che passerà come un esempio di vergogna definitiva del regime italiano".

Pubblicità
Pubblicità

"Credo che la notizia farà epoca - ha aggiunto Marco Pannella commentando ai microfoni di Radio Radicale le parole sui diritti dei detenuti pronunciate ieri da Papa Francesco davanti ai giuristi dell'Associazione internazionale di Diritto penale ricevuti ieri in Vaticano in udienza - credo che questa notizia, questa non notizia naturalmente per il regime italiano e la sua stampa, credo che farà data e resterà - ha sottolineto Pannella - come una data della storia non solo del nostro Paese".

Giustizia, amnistia e indulto, Orlando: si ascoltino parole di Papa Francesco

"Fu il Papa polacco, Papa Giovanni Paolo II - ricorda il leader radicale - che diede l'esempio anni fa ospite del Parlamento italiano a chiedere in modo chiarissimo amnistia e indulto e le cose che - ha proseguito Pannella 'benedicendo' le parole di Bergoglio sulle carceri - nel modo articolato, preciso, puntuale viene proclamato e illustrato da Papa Francesco".

Pubblicità

"Le parole di Papa Francesco sul senso e la finalità della pena - ha tweettato il ministro della Giustizia Andrea Orlando - devono far riflettere la politica e l'azione delle Istituzioni".

Grazia, indulto e amnistia, Berlusconi: certamente mi ricandiderò quando sarà avrò giustizia

"Quando avrò avuto giustizia, certamente mi ricandiderò", ha affermato stamane Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia. Il Cavaliere sperava che Napolitano gli concedesse la grazia che gli è stata negata, ora punterebbe su indulto o amnistia 2014, le indiscrezioni parlando di un possibile "accordo segreto" con Renzi. In commissione Giustizia al Senato c'è chi lavora a un testo unificato FI-Pd per amnistia e indulto, particolarmente attivi i senatori azzurri.

Carceri, Governo Renzi: nel giro di poche settimane nomine penitenziarie

E a proposito di carceri, mentre vengono rilanciati gli appelli per amnistia e indulto 2014 i cui relativi ddl sono in discussione in commissione Giustizia del Senato, resta da risolvere il problema delle nomine mancanti nel settore dell'amministrazione penitenziaria che hanno sollevato polemiche nei giorni scorsi.

Pubblicità

"Vista l'importanza dei ruoli - ha dichiarato il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri in Aula alla Camera dei Deputati rispondendo a un'interrogazione del capogruppo di Sel Arturo Scotto - il governo sta valutando una serie di soluzioni per arrivare nel giro di poche settimane alla risoluzione di queste problematiche".