Nonostante siamo nel bel mezzo della bella stagione può capitare di essere presi alla sprovvista da uno di quei forti temporali estivi con tuoni e fulmini e non avere alcun riparo nelle vicinanze, allora ecco qualche utile consiglio per evitare di essere colpiti da un fulmine. Se vi trovate all'aria aperta, in un parco ad esempio, o state facendo jogging, un'escursione in montagna, campeggio, spiaggia, molo ecc. è bene tenere a mente le seguenti regole in quanto la maggior parte degli incidenti causati dai fulmini si verifica proprio lì.

Pubblicità
Pubblicità

Prima dell'arrivo del temporale

Se vi trovate in ambiente esposto, mentre inizia a lampeggiare e/o a tuonare:

  • se si vedono i lampi, specie nelle ore crepuscolari e notturne, anche a decine di chilometri di distanza, il temporale può essere ancora lontano. In questo caso puoi già pensare di allontanarti;
  • se si sentono i tuoni, il temporale è a pochi chilometri, e quindi è ormai prossimo! Il consiglio è di cercare riparo velocemente;

Dove cercare riparo

Se il temporale è arrivato molto velocemente e vi ha colti di sorpresa è opportuno cercare qualche luogo in cui ripararsi:

  • Cercate riparo in luoghi chiusi ed allontanatevi da porte, finestre e pareti.
  • Entrate in auto e tenete finestrini, porte e portelli chiusi, l'auto funziona da "Gabbia di Faraday" e vi isolerà se dovesse essere colpita;
  • Se non avete un riparo, di quelli elencati, nelle vicinanze ma avete delle scarpe in materiale isolante (ad esempio gomma) potete sedervi su di uno zaino o un materiale isolante ed accucciarvi con la testa tra le gambe In questa posizione anche se si dovesse essere colpiti la corrente non riuscirebbe ad attraversare il corpo.

Posti da EVITARE assolutamente

  • Sotto un albero, un palo o punti che sporgono sensibilmente, o vicino un bosco od uno specchio d'acqua: quando un fulmine colpisce un albero o un altro qualsiasi conduttore, gran parte dell'energia si trasferisce al suolo e viaggia lungo la superficie del terreno, è la "corrente di terra", e se siete nell'area interessata e non avete scarpe in materiale isolante potrebbe essere molto pericoloso se non letale;
  • Nei pressi di depositi di materiali metallici o zone attraversate da fili e simili: i metalli non attirano i fulmini, ma forniscono un'ottima via di conduzione, pertanto se entrate in contatto con questi oggetti potreste rischiare di essere folgorati;
  • Nei pressi di oggetti conduttori a punta o filiformi (ad es. ombrelloni, antenne ecc.);

Informazioni che potrebbero salvarvi la vita

Evitate di sdraiarvi o sedervi per terra, e cercate di restare a distanza di una decina di metri da altre persone che sono con voi.

Al mare o al lago: evitate qualsiasi contatto o vicinanza con l’acqua e allontanatevi dalla riva o dal bordo piscina, uscite immediatamente dall'acqua se vi ci trovate, liberatevi di ombrelli, ombrelloni, canne da pesca e qualsiasi altro oggetto appuntito e conduttore.

In campeggio: Se vi trovate in tenda e non potete ripararvi altrove, evitate di toccare le strutture metalliche e le pareti della tenda, isolatevi dal terreno con qualsiasi materiale isolante a disposizione e togliete l'alimentazione dalle apparecchiature elettriche.

In montagna: Cercate rifugio in edifici o grotte ove possibile, altrimenti anche bivacchi o fienili vanno bene, in ogni caso cercate di rimanere il più lontano possibile dalle pareti.

Pubblicità

Scendete di quota (meglio seguire percorsi lungo conche o aree depresse del terreno) ed interrompete immediatamente eventuali ascensioni in parete. Liberatevi di piccozze o sci.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto