Dopo che la lunga telenovela che ha visto come protagonisti il club rossonero di via Turati e quello russo del CSKA Mosca sembrava essersi conclusa nella giornata di ieri con l'ennesima fumata nera, le speranze del popolo rossonero di vedere il talento giapponese Honda nelle file del Milan fin da subito vengono alimentate da un ulteriore incontro tra la dirigenza rossonera e i contatti del giocatore.

Dopo la brusca frenata di ieri la trattativa è pronta a ricominciare: in mattinata il fratello di Honda si è presentato nella sede del Milan in via Turati, riprendendo il filo diretto con il Cska.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

Ieri, nel primo pomeriggio, il presidente del club russo Evgeni Giner ha fatto sapere all'amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, di far pieno affidamento sul proprio talento giapponese fino a scadenza di contratto, ritenendolo un giocatore incredibile, indispensabile non solo per il campionato ma anche per la Champions.

Il problema non è quindi economico e il presidente del club di Mosca non vuole liberarsi prima del tempo del proprio trequartista per sfruttarne pienamente le doti in campo fino a scadenza di contratto: questo porterebbe il il Milan non solo a privarsi di un elemento che potrebbe rivelarsi fondamentale per la prima parte di campionato(specialmente considerando l'infortunio di Robinho), ma a rinunciare al giocatore per l'intero torneo di Champions League, proprio come successo l'anno scorso con Mario Balotelli.

Ricordiamo che attualmente l'offerta del Milan per portare Keisuke Honda in Italia si aggira attorno ai 3 milioni.