Non è stato un mercato da favola, per ora, quello dell'Inter, ma non si può negare che l'arrivo di Walter Mazzarri abbia riportato un clima sereno tra i tifosi e soprattutto all'interno dello spogliatoio nerazzurro.

In casa interista non è ancora stata risolta la questione riguardante un possibile passaggio di proprietà, che ormai viene discusso da inizio estate. I tifosi sono divisi: meglio la passione senza limiti di Moratti o la nuova ventata finanziaria del magnate indonesiano Erick Thohir? Difficile dirlo, ma entro fine agosto dovrebbe esserci la decisione definitiva.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Intanto l'attenzione si sta piano piano spostando sulle questioni di campo, con un campionato sempre più vicino al calcio d'inizio. Andiamo ad analizzare tutti i piani della società nerazzurra, reparto per reparto.

Difesa: Il modulo di Mazzarri, da sempre, è il 3-5-2 e certamente lo riproporrà anche nella sua nuova esperienza nerazzurra. La questione portiere sembra ormai definitivamente risolta: resta Samir Handanovic. Il secondo sarà nuovamente l'argentino Juan Pablo Carrizo con Luca Castellazzi come terzo.

La difesa a tre titolare sembra essere piuttosto delineata: a destra il neo acquisto Hugo Campagnaro, a sinistra Juan Jesus e al centro il ballottaggio Samuel - Ranocchia. Le riserve pronte a subentrare saranno Marco Andreolli e Cristian Chivu. A meno di clamorose offerte (si parlava di un interessamento per Ranocchia dall'estero), non dovrebbero esserci altri movimenti.

Centrocampo: è il reparto con le maggiori incognite. Mazzarri è abituato a giocare con due interditori e un giocatore capace di inserirsi.

I migliori video del giorno

Resta da capire come il tecnico toscano intenderà schierare i due gioielli Kovacic e Guarin: probabile un impiego del colombiano "alla Hamsik" e del croato in posizione da regista puro ma è ancora tutto da verificare.

Dovrebbe essere invece Cambiasso, almeno all'inizio, il terzo titolare. La panchina è per ora corta e si attendono nuovi colpi: Kuzmanovic sembra essere sul mercato, Mudingayi e Obi dovrebbero restare, Duncan e Laxalt sembrano destinati ad un prestito. Si attende un grande arrivo: Nainggolan costa tantissimo (ma piace a Thohir), Wellington del San Paolo non convince al 100% a causa del costo, Taider del Bologna sembra il nome giusto (con Krhin come contropartita nell'operazione).

Discorso simile sugli esterni: si attende un arrivo sulla destra, sembra molto vicino il giovane Wallace dal Chelsea (anche se convince poco la modalità di acquisto, un prestito senza diritto di riscatto). I titolari dovrebbero per ora essere Alvaro Pereira a sinistra e Nagatomo a destra.

Da osservare con attenzione anche la posizione di Ricky Alvarez: l'argentino sta facendo bene nel precampionato e potrebbe essere un buon jolly per Mazzarri nello scacchiere nerazzurro. Anche il brasiliano Jonathan, con voglia di rivincita, potrebbe essere un'alternativa sugli esterni con questo modulo.

Attacco: due colpi di prospettiva, Icardi e Belfodil, pagati forse troppo. Giovani, con tanta voglia di giocare e di dimostrare il proprio valore, ma forse senza quell'esperienza che permette di essere da subito pronti a lottare per traguardi importanti. Rodrigo Palacio dovrebbe essere intoccabile davanti e come partner del "Trenza" si dovrebbero alternare proprio i due nuovi arrivati da Samp e Parma. Il ritorno in campo del "Principe" Milito potrebbe portare quell'esperienza che serve per fare il salto di qualità. Potrebbe rimanere un giovane come quinto attaccante.

Ecco la probabile formazione 2013/14: (3-5-2) Handanovic; Campagnaro, Samuel (Ranocchia), Juan Jesus; Nagatomo, Kovacic, Cambiasso, Guarin, Pereira; Palacio, Icardi (Milito).