L'Italia e la Croazia pareggiano per 1-1 al termine di una partita giocata su discreti ritmi e che ha visto i nostri avversari prevalere sul piano tecnico, occorre riconoscerlo. A parziale discolpa del C.t. Antonio Conte, le importanti assenze a cui ha dovuto far fronte l'ex allenatore della Juventus e che, ad un certo punto, nella ripresa, ha costretto il tecnico al cambio modulo, passando dalla difesa a tre alla difesa a quattro.

Partita anche, purtroppo, funestata dagli incidenti, con lancio di petardi da parte della 'pseudo-tifoseria' croata che ha costretto l'arbitro olandese Kuipers persino a sospendere l'incontro alla mezz'ora della ripresa e a mandare le squadre negli spogliatoi.

Dopo qualche minuto di sosta, si è fortunatamente riusciti a concludere il match senza ulteriori disagi.

Un punto per ciascuno, dunque, che permette ad entrambe le squadre di mantenere la testa del gruppo H di Euro 2016, davanti ad una sempre più minacciosa Norvegia (a quota nove), vittoriosa a Baku contro l'Azerbaigian per 1-0. 

Italia-Croazia si risolve, in pratica, nel primo quarto d'ora del match: azzurri in vantaggio all'undicesimo, grazie ad una sponda di Zaza per Candreva che, dal limite, lascia partire uno splendido tiro che batte Subasic. Risponde la Croazia, quattro minuti dopo, con Perisic che, indisturbato, può concludere a rete dal settore sinistro con tanto di 'papera' di Buffon che si lascia ingannare dalla traiettoria, facendosi passare il pallone sotto il corpo. La Croazia ha incentrato il proprio match sul possesso palla e gli azzurri, specialmente nel primo quarto d'ora della ripresa, hanno sofferto moltissimo il gioco degli avversari, chiudendosi a riccio nella propria metà campo.

I migliori video del giorno

L'ingresso in campo di Graziano Pellè e di El Sharaawy ha consentito all'Italia di alzare il proprio baricentro e, persino, di rendersi pericolosa nel finale. In fondo, però, il pareggio, per quanto visto in campo, va benissimo. Anzi, forse è da considerarsi un lusso... 

Euro 2016, Italia-Croazia, voti ufficiali Gazzetta dello Sport, tabellino e marcatori



Marcatori: Candreva all'11' e Perisic al 15' del primo tempo



Italia
(modulo 3-5-2): Buffon voto 5, Darmian voto 5,5, Ranocchia voto 7, Chiellini voto 6; De Sciglio voto 5, Candreva voto 6,5, De Rossi voto 5,5, Marchisio voto 5,5, Pasqual voto 5,5 (28’ Soriano voto 6); Zaza voto 6,5 (63' Pellè voto 6,5), Immobile voto 5,5 (52' El Shaarawy voto 6).

In panchina a disposizione dell'allenatore Antonio Conte: Perin, Sirigu, Moretti. Rugani, Giovinco, Bonaventura, Parolo, Cerci, Bertolacci.



Croazia (modulo 4-2-3-1): Subasic voto 6; Srna voto 6, Corluka voto 6, Vida voto 6, Pranjic 5,5; Modric voto 7 (28’ Kovacic voto 6), Brozovic voto 6 (82' Badelj senza voto); Perisic voto 7, Rakitic voto 7, Olic voto 6 (69' Kramaric voto 6); Mandzukic voto 5,5.

In panchina a disposizione dell'allenatore Nico Kovac: Vargic, Kalinic, Vrsaljko, Cop, Lovren, Halilovic, Jedvaj, Sarbini, Leovac.



Arbitro: Kuipers (Olanda)

Ammoniti: Kovacic e Perisic per la Croazia, Immobile per l'Italia.

Partita sospesa al 76esimo per ripetuto lancio di fumogeni in campo da parte della tifoseria croata