Annuncio
Annuncio

Dal momento che le notizie sul nuovo dispositivo Samsung tanto atteso dagli utenti, il Galaxy S10, si stanno facendo via via sempre più frequenti a causa dell'imminente presentazione del dispositivo che avverrà il 20 febbraio a San Francisco [VIDEO] in occasione del Galaxy Unpacked, emergono altri particolari sul design e sulla batteria del device. Lo spessore sarà più ridotto, si parla di 7,8 mm, mentre la batteria sarà decisamente più capiente rispetto a quanto riferito dalle ultime indiscrezioni.

Queste innovazioni messe a punto dalle menti della azienda perciò rendono il nuovo prodotto appetibile agli acquirenti interessati.

Il nuovo dispositivo sarà più sottile dei suoi 'predecessori'

I rumors riguardo al nuovo prodotto della nota azienda sudcoreana Samsung, ovvero il tanto sospirato Galaxy S10, e della sua variante provengono dall'ormai famoso 'Ice Universe' che, con un suo tweet, ha dato più delucidazioni sulla struttura riguardante il design e sulla batteria che il dispositivo dovrebbe possedere.

Advertisement

Si parla del Galaxy S10 riferendo di ben 7,8 mm, uno spessore decisamente più sottile degli 8,5 mm dei dispositivi Galaxy S9 e Galaxy S9+ [VIDEO]. Quando poi si passa a parlare della batteria, Ice Universe riferisce che la batteria è di gran lunga più capiente di quelle su cui si rumoreggiava: sembra infatti che il device in uscita abbia una batteria molto più capiente, da 4000mAh, che aumenta la velocità di 1,5 volte. Ciò potrebbe indurre a pensare che lo spreco di energia sia decisamente superiore, ma sembra che Samsung abbia pensato anche a questo ultimo particolare ma non meno importante.

Prestazioni eccellenti, con un consumo minimo

La domanda comunque sorge spontanea: come può un dispositivo con una tale batteria avere delle prestazioni elevate che al tempo stesso riesca a ridurre gli sprechi con dei consumi inferiori? La risposta è semplicissima.

Advertisement

Le nuove memorie messe a punto dagli ingegneri della società produttrice Samsung sono state progettate appositamente per andare incontro ad un consumo il più minimo possibile grazie ad un voltaggio ridotto nel caso in cui l'utilizzo non prevede un lavoro importante. Al contrario, la batteria sarà al massimo della potenza nei casi di lavoro più ingente e dispendioso in termini di consumi. Inoltre, dovrebbe essere presente la modalità "sonno profondo" che consente di garantire un risparmio del 30%.