Le ultime news fornite dalla trasmissione Chi l'ha visto ci raccontano che il 18 ottobre è stato rinvenuto ad Isola d'Asti un cadavere in avanzato stato di decomposizione. Il cadavere è stato rinvenuto mentre si svolgeva la ripulitura del canale di scolo nella proprietà privata di un agricoltore vicino alla stazione. Al momento gli inquirenti mantengono uno strettissimo riserbo anche perché il ritrovamento è avvenuto a soli 2 Km dall'abitazione di Elena Ceste. Le ultime news battute dall'Ansa ci dicono che al momento molte sono le congetture ma la verità si saprà solo dopo il risultato del DNA in quanto il cadavere è in stato di decomposizione avanzato per cui non si riesce a capire se si tratti di un uomo oppure di una donna.

Dalla pagina Ansa si apprende inoltre che secondo alcune indiscrezioni l'altezza del cadavere non corrisponderebbe a quella di Elena Ceste, la casalinga e madre di quattro figli scomparsa ormai da moltissimi mesi ed esattamente dal 24 gennaio 2014 da Costigliole d'Asti.

Chi l'ha visto news: novità agghiaccianti sulla piccola Fortuna Loffredo

Nella scorsa puntata di Chi l'ha visto si è approfondito molto il caso della piccola Fortuna Loffredo, la bambina morta a Caivano e forse gettata da qualcuno dal balcone del fabbricato nel quale abitava.

Secondo quanto afferma il dott. Balzano la bimba sarebbe morta a causa di una grave lesione degli organi interni e fratture in vari punti del corpo per cui a suo parere sarebbe precipitata da almeno dieci metri di altezza. E così il mistero sulla morte di Fortuna si infittisce anche perché il nonno della bambina nell'intervista rilasciata a Chi l'ha visto ha dichiarato che sarebbe stato impossibile per una bambina dell'altezza di Fortuna precipitare dal fabbricato per l'altezza dei muri e dei balconi.

L'anatomopatologo che ha eseguito l'autopsia sul corpo della piccola ha inoltrato evidenziato che Fortuna ha subito degli abusi sessuali perpetrati nel tempo per cui le indagini proseguono per capire chi si sia macchiato di tale crimine; al momento al vaglio degli inquirenti vi sono anche i disegni della piccola che magari potrebbero nascondere una minima traccia del suo aggressore. Sul corpo della bambina inoltre non è stato trovato alcun segno che mostri che Fortuna sia stata spinta da qualcuno anche se gli inquirenti sono propensi in tale direzione.

Infine si esclude che il fascicolo sulla morte di Fortuna venga riunito con quello di Antonio, il bambino morto in circostanze analoghe l'anno scorso nello stesso condominio della piccola e anch'egli ritrovato senza una scarpina al piede. Sicuramente nella puntata di domani sera a Chi l'ha visto alla luce di tutte queste news si tornerà a parlare di Fortuna Loffredo e di Elena Ceste.

Segui la nostra pagina Facebook!