Ad oggi 7 gennaio 2015 rimane ancora avvolto nel mistero il caso della morte di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti di cui non si conosce ancora il modo in cui è stata uccisa. Le ultime news di oggi riguardano le indiscrezioni riportate in questi giorni dal settimanale Giallo, che ha dedicato un ampio reportage al caso di Elena Ceste, rivelando nuovi particolari sulle indagini. Dalle ultime news riportate da Giallo, infatti, sembrerebbe che gli inquirenti sono sempre più convinti del fatto che dietro la morte della donna si nasconda l'ombra di un killer, forse uno dei tanti conoscenti della donna, con i quali si sentiva tramite le chat di Facebook.

Addirittura le ultimissime news di queste ore rivelano che non si esclude la possibulità di un killer che sia stato pagato per far uccidere la donna.

Elena Ceste, ultime news: stasera indaga Chi l'ha visto

Del caso di Elena Ceste oggi, mercoledì 7 gennaio 2015, se ne occuperà anche la trasmissione di Rai3, Chi l'ha visto in onda in diretta tv su Rai3 dalle 21.10: nel corso della trasmissione si cecherà di chiarire i vari dubbi che aleggiano su questo caso, per esempio quello che riguarda il modo in cui Elena è arrivata al canale di scolo senza occhiali e senza abiti. Possibile che nessuno in paese si sia accorto di questa donna che girovagava nuda quella mattina di gennaio 2014? Ad oggi 7 gennaio la persona che rimane iscritta nel registro degli indagati è il marito Michele Buoninconti, che tuttavia non può essere considerato il colpevole di questo atroce delitto, in quanto può fare affidamento su un alibi molto forte, visto che quella mattina Michele aveva accompagnato i figli a scuola e come raccontato da lui stesso, dalla vicina di casa e dai figli, quando sono usciti dall'abitazione di Costigliole, Elena era ancora viva.

I migliori video del giorno

A questo punto, quindi, non si esclude che il caso della morte di Elena Ceste possa rimanere per sempre avvolto nel mistero e rimanere, così, uno dei tanti casi irrisolti del nostro Paese: i familiari, però, chiedono giustizia e vogliono conoscere la verità al più presto.