Un ragazzino di 12 anni è morto nella giornata di mercoledì 22 luglio dopo essere precipitato all'interno di un pozzo profondo circa 30 metri. La tragedia è avvenuta a Gorizia, dentro al parco Coronini Cronberg. Dalle prime indiscrezioni trapelate, sembrerebbe che il bambino fosse in quel parco per giocare a una caccia al tesoro in un centro estivo. Il sindaco della città avrebbe detto che gli animatori avrebbero posizionato la mappa sopra al pozzo.

Un bambino di 12 anni è morto cadendo in un pozzo

In questo mercoledì di luglio si aggiunge un nuovo episodio di cronaca nel quale il protagonista è stato uno sfortunato ragazzino di 12 anni che ha perso la vita a Gorizia.

La tragedia che ha portato alla morte il bambino è avvenuta in viale XX settembre. Mentre stava probabilmente giocando con i suoi amichetti, il bambino sarebbe caduto in maniera accidentale all'interno di un pozzo artificiale nei pressi di un palazzo. La struttura è costruita in muratura, alta circa mezzo metro e ha una struttura circolare. Dalle prime informazioni trapelate al momento, sembrerebbe che la struttura fosse stata messa in sicurezza recentemente e non è ancora chiaro come il bambino sia potuto precipitare.

Il sindaco distrutto dal dolore

Il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, ha rilasciato delle dichiarazioni in merito alla vicenda. Il primo cittadino ha detto di non avere nemmeno le parole per commentare l'episodio accaduto.

Non appena è giunto sul luogo dove è avvenuto il terribile incidente, Ziberna ha dichiarato che l'intera comunità era sconvolta per quanto successo. Poi ha proseguito dando dettagli in più sulla famiglia del piccolo, dicendo che era figlio di una coppia molto conosciuta in città. Ziberna ha avvisato che sarebbe andato a breve a casa della famiglia per dare le condoglianze e dimostrare ai genitori del bambino la sua solidarietà e quella di tutta la comunità.

Il pozzo era stato coperto dagli animatori con la mappa della caccia al tesoro

Gli animatori del centro estivo con i quali stava trascorrendo la giornata il 12enne avevano usato il pozzo come appoggio per mettere sopra la mappa della caccia al tesoro. Il sindaco Ziberna, oltre a svolgere la mansione di primo cittadino di Gorizia, è anche presidente della Fondazione che ha in gestione il Coronini Cronberg.

Ha spiegato che proprio recentemente erano state fatte tutte le verifiche per controllare la sicurezza del pozzo e la sua copertura. Per evitare incidenti, il buco era stato coperto con un coperchio che era fissato con quattro ganci su ognuno dei lati. Al momento non sono trapelate altre informazioni per capire la dinamica dell'incidente.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!