Grande successo della manifestazione  “Voci Iblee” svoltasi a Ragusa che, giunta alla sua seconda edizione, si apre al mercato nazionale, testimoniando di aver raggiunto un buon grado di professionalità. La kermesse di ieri sera, al teatro Don Bosco, ha centrato in pieno il suo obiettivo: essere uno strumento di diffusione della cultura musicale locale, promuovendo nuovi talenti. Nel corso dello spettacolo sono stati consegnati due premi speciali alla carriera, uno alla compagnia teatrale “Godot” di Federica Bisegna e Vittorio Bonaccorso; l’altro all’arcinoto compositore ragusano Marco Cascone, reduce dall’ultimo lavoro per la produzione delle musiche che fanno parte della colonna sonora del film “Italo”.

Parecchio interessante la presentazione dell’anteprima assoluta del progetto cinematografico tutto ragusano dal titolo “La Verità Oltre Le Nuvole”, liberamente tratto dal romanzo di Turi Giarratana da cui prende il titolo. Il progetto nasce da un’idea dell’imprenditore ragusano Mario Ferraro che ha prodotto il film, con la regia di Francesco Aprile, stretto collaboratore negli ultimi anni del regista Alberto Sironi per quanto riguarda la fiction Montalbano.

Non meno apprezzata la presentazione, da parte dei cantautori Mirko Marsiglia e Milena Di Rosa, di alcuni brani tratti dal nuovo progetto discografico in corso di attuazione a Roma, ispirato ai grandi autori della letteratura italiana e internazionale come Dante Alighieri, Italo Calvino, William Shakespeare e rielaborato in chiave mediterranea con sonorità ispirate al maestro Fabrizio De André. Il nuovo genere prende il nome di “Musica culturale” e intende riprendere la migliore cultura cantautoriale, conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Il disco porta la firma della produzione discografica “Terre Sommerse” di Fabio Furnari, una casa editrice e musicale italiana tra le più gettonate in ambito nazionale che collabora attivamente con Mondatori e Feltrinelli.

“Per noi – spiega Marsiglia – motivo di grande orgoglio, soprattutto se consideriamo la nostra attenzione per la ragusanità che, negli ultimi anni, ha visto nascere numerosi talenti a livello nazionale, motivo di speranza per le nuove proposte iblee e per chi vuole intraprendere un percorso artistico professionale qui a Ragusa. Ecco, proprio da questo aspetto nasce l’idea di Voci Iblee”. Lo spettacolo si è concluso con un omaggio a Freddie Mercury da parte di tutti i partecipanti che hanno cantato la mitica “We are the champions”, diretti dai maestri Mirko e Milena e accompagnati dal gruppo degli insegnanti dell’Accademia.