Si è concluso ieri, Kaos, festival dell'editoria, della legalità e dell'identità siciliana, per la direzione artistica di Peppe Zambito, che ha animato la cittadina di Montallegro per due giorni, e riempito di Libri, assaggi, mostre, in un succedersi di degustazioni e presentazioni, l'auditorium. Si è aggiudicato il premio Kaos, l'opera della scrittrice palermitana Beatrice Monroy Oltre il vasto oceano, Memoria parziale di bambina, romanzo edito da Avagliano.

Questa la motivazione della giuria - composta da Anna Burgio, Patrizia Iacono, Daniela Gambino, Raimondo Moncada- , letta dal presidente Giacomo Pilati:

"Per lo stile, il lessico, la cura, la capacità di mettersi in gioco dell'autrice, di mischiare la memoria di questi anni, con la sua personale vita.

Per la sua lucidità critica, il romanzo è un tentativo riuscito, distaccato e obiettivo, di rivedere la storia della propria famiglia, svelarla e dominarla.

Per il modo in cui ha interpretato la memoria, senza i coinvolgimenti della passione, scavalcando il rischio di farne un'agiografia.

Per la maniera in cui vengono tratteggiate le figure femminili.

Per la freschezza infantile che restituisce una visione innocente e consapevole di una vicenda intima.

Parafrasando il titolo, un oceano di emozioni personali e familiari, che si universalizzano e diventano di tutti".

Nella cinquina di finalisti figuravano inoltre: Apparenze di Vincenzo Ruggeri, edito da Vera Canam, Certe strade semideserte, un volume collettivo edito da Leima, La notte in cui Pessoa incontrò Filippo Bentivegna, di Vincenzo Catanzaro edito da Melqart Communication e Ferita all'ala un'allodola, di Maria Luisa Riccioli, uscito per Erudita edizioni.

I migliori video del giorno

Il premio Gesti e parole di legalità è stato assegnato a Caterina Chinnici, mentre Identità siciliana è andato a Giusi Nicolini, sindaca di Lampedusa, come rappresentante dei cittadini. Michele Barbera ha avuto il premio Le parole che uniscono e il libro il Vurricatore, quello Tra le righe della legalità 

L'evento è stata organizzato da Anna Burgio in collaborazione con Angela Indelicato e Giuseppe Mallia. "Una manifestazione che costituisce, per noi, un'opportunità di promozione del territorio e di crescita culturale", ha dichiarato Pietro Baglio, sindaco di Montallegro.