Siamo ancora in qualche modo 'freschi' di Venezia, in attesa di vedere molti dei film che sono stati presentati in laguna, ed è già ora del Festival Internazionale del Film di Roma che giunge quest'anno alla sua nona edizione, la terza sotto la guida di Marco Mueller. La manifestazione si svolgerà dal 16 al 25 ottobre 2014 all'Auditorium Parco della Musica. Che Festival sarà? Di certo sarà un festival di scoperta: molti nomi dei registi i cui film sono stati selezionati per il concorso sono, se non nuovi, quanto meno giovani o di nicchia.

Ben pochi di loro, tranne che nei circuiti festivalieri, sono stati poi visti nelle sale italiane.

Con il Cinema in crisi questa è una buona notizia, servono energie e idee nuove. E poi ci sono tre italiani in concorso: il 48enne salernitano Alessandro Piva (nel 2000 con 'LaCapaGira' conquistò David di Donatello, Nastro d'argento e Ciak d'oro come miglior regista esordiente), il 39enne romano Claudio Noce (nel 2005 con 'Aria' conquistò Nastro d'Argento e David di Donatello come miglior cortometraggio dell'anno) ed il 58enne siciliano Pasquale Scimeca.

Saranno assegnati quattro premi speciali. 'Marc'Aurelio alla carriera' al 58enne regista, sceneggiatore e produttore brasiliano Walter Salles; 'Marc'Aurelio del futuro' al 48enne regista russo Aleksey Fedorchenko; 'Marc'Aurelio Acting Award' all'81enne attore cubano naturalizzato statunitense Tomas Milian; 'Marc'Aurelio Director Award' al 54enne regista, sceneggiatore, attore e produttore giapponese Takashi Miike.

I migliori video del giorno

Gli spettatori saranno i protagonisti del Festival e premieranno i film di tutte le linee di programma: i riconoscimenti più importanti saranno dunque assegnati in base alle preferenze espresse dal pubblico all'uscita dalla sala.

I film in concorso saranno sedici, tre dei quali italiani: 'I milionari' di Alessandro Piva, con Francesco Scianna, Valentina Lodovini, Carmine Recano e Francesco Di Leva; 'La foresta di ghiaccio' di Claudio Noce, con Emir Kusturica, Ksenia Rappoport, Domenico Diele ed Adriano Giannini; 'Biagio' di Pasquale Scimeca, con Marcello Mazzarella, Vincenzo Albanese, Silvia Francese, Omar Noto e Doriana La Fauci.

Due film sono di produzione argentina 'Mauro' di Hernan Rosselli e 'Lulu' di Luis Ortega ed altrettanti tedeschi 'We Are Young, We Are Strong' di Burhan Qurbani e 'The Lies of the Victors' di Christoph Hochhäusler. Un film a testa per Cina con '12 Citizens' di Ang Xu, Russia con 'Angeli della Rivoluzione' di Aleksey Fedorchenko, Brasile con 'Obra' di Gregorio Graziosi e USA con 'Time Out of Mind' regia di Oren Moverman.

I restanti cinque film sono delle co-produzioni: 'Sand Dollars' di Laura Amelia Guzman ed Israel Cardenas, produzione Repubblica Dominicana, Argentina e Messico; 'Os Maias - Alguns Episódios da Vida Romântica' di Joao Botelho, produzione Brasile e Portogallo; 'Lucifer' di Gust Van Den Berghe, produzione Olanda e Messico; 'NN' di Hector Galvez, produzione Perù, Francia e Germania; 'The Narrow Frame of Midnight' di Tala Hadid, produzione Marocco, Regno Unito, USA, Qatar e Francia.