Il tour #NonCiFermaNessuno, progettato dal famoso inviato del tg satirico di Canale 5 “Striscia la Notizia”, Luca Abete, approda all’Università degli Studi di Salerno il prossimo 13 novembre. Dopo le tappe nelle Università di Roma, Varese, Urbino e Bari, questa volta tocca ai giovani dell’Ateneo campano.

Luca Abete, nel lanciare il progetto in questione, ha ricordato più volte la sua storia personale, simile a migliaia di studenti che per potersi pagare gli studi hanno dovuto imbattersi in numerosi lavori, spesso sottopagati, però senza mai arrendersi dinanzi alle difficoltà, ai problemi della nostra società attuale.

Da qui è nata, nel personaggio televisivo, l’esigenza di rincuorare migliaia di giovani studenti, uniti sotto la propulsione vivace dello slogan #NonCiFermaNessuno.

L’appuntamento per la giornata salernitana è a partire dalle 9.30 presso il foyer del Rettorato, con stand allestiti dove gli studenti potranno richiedere i gadget del Tour ed incontrare lo staff di aziende nazionali ed internazionali (Best Western, Asus e Tecnocasa) per un primo approccio con realtà lavorative molto importanti.

Alle ore 14 l’iniziativa continuerà nel Teatro di Ateneo per ascoltare la testimonianza di Luca che si esibirà nel suo “show motivazionale”, rispondendo a tutte le sollecitazioni degli studenti salernitani. All’incontro parteciperà il Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Aurelio Tommasetti.

I migliori video del giorno

La conclusione, prevista per le ore 16, vedrà l’arrivo della mascotte del Tour, l’alieno N1CF14 ed il selfie di gruppo. A moderare l’evento, il responsabile dell’ufficio stampa del progetto #NonCiFermaNessuno, il dott. Giuseppe Alviggi.

Un’occasione molto ragguardevole per i giovani studenti salernitani, assolutamente da non perdere, l’esempio di Luca Abete può essere l’opportunità per nuovo percorso, un nuovo inizio, contraddistinto da una maggiore fiducia in se stessi, come direbbe l’inviato di Striscia la Notizia: “Se ti hanno detto che non ce la farai Mai… Non credergli! #NonCiFermaNessuno”.