La vita di Paolo Brosio (giornalista e scrittore) è cambiata grazie a Medjugorje e alla Gospa (come la chiamano in Croato), alla Regina della Pace che lo ha tirato fuori dal baratro.



Come sta vivendo queste ore decisive per il futuro delle apparizioni a Medjugorje? Lei crede che la Santa Sede approverà Medjugorje come luogo di culto mariano?

Dal punto di vista umano, vivo queste ore con una certa apprensione, mentre dal punto di vista della fede e della preghiera, ho preferito affidare tutto nelle mani della Madonna.

Lei ha bisogno delle nostre preghiere e anche del nostro aiuto. Penso che al primo posto dobbiamo mettere i Sacramenti e che ognuno di noi sia un dono, anche il fatto che io sia un giornalista è merito Suo non mio, come pensavo prima. Ognuno di noi ha un compito, io sento nel mio cuore di scrivere. Per quando riguarda le affermazioni del Papa, non si riferiva ai veggenti di Medjugorje ma ai falsi veggenti, soprattutto si riferiva ai pellegrini che vanno nei luoghi di culto a vedere il sole che gira anzichè partecipare alla Santa Messa.

Quello che dice il Papa lo dice anche la Madonna nei messaggi. Anche a Lourdes e a Fatima, la Madonna appariva alla stessa ora ai veggenti.



Qual è l'importanza di Medjugorje?

A noi non importa il fatto che i veggenti vedano o non vedano la Madonna, a noi interessa che Medjugorje venga organizzata, gestita e riconosciuta dal Vaticano come luogo di culto mariano, la gente va in quel luogo e cambia vita.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV Papa Francesco

Sarebbe opportuno rinforzare i Frati francescani, sarebbe importante anche che il Vescovo di Mostar si facesse vedere dai pellegrini. Il Pastore deve stare in mezzo alla gente: il Vescovo deve accogliere il pellegrino.



Lo scorso aprile ha incontrato Papa Francesco personalmente. In quell'occasione ha puntualizzato al Pontefice che Medjugorje è il grande confessionale del mondo. Cosa le ha risposto il Papa?

Il Papa sorrideva, mi ha abbracciato, era sereno ed era felice che io facessi un ospedale proprio a Medjugorje.

Il Papa sa benissimo che 40 milioni di pellegrini vanno a Medjugorje e ritornano cambiati.

Medjugorje è la Galilea del 2000. I Pagani di oggi ritrovano Dio a Medjugorje.



In una recente dichiarazione, ha affermato che non si fida della Congregazione per la Dottrine della Fede ma si fida dei lavori svolti dal Cardinal Ruini. Perché?

Non mi fido perché nei fatti dimostrano di voler aggredire Medjugorje ed attaccare, far tacere i cenacoli.

La cosa più bella di Medjugorje sono proprio i cenacoli mariani della Regina della Pace, in cui si prega per la famiglia e si divulgano i messaggi della Gospa. Ultimamente non vengono accettati quando vi è la presenza del veggente che cade in estasi. Le chiese in Italia sono ricche di quadri e mobili antichi ma sono poveri di preghiera, mentre a Medjugorje si vedono milioni e milioni di giovani pregare.





I Pellegrini possono essere fiduciosi sul futuro di Medjugorje?

Dobbiamo aver fiducia in Maria e in Dio, queste cose le sistema il Padre eterno ma è anche vero, che noi abbiamo il dovere di far sentire la nostra voce a favore della verità.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto