Niente Sanremo per la band dei La Rua. Il gruppo ascolano composto da Daniele Incicco (voce e chitarra), Matteo Grandoni (contrabbasso e basso), Alessandro Mariani (chitarre e banjo),William D'Angelo (chitarra), Nacor Fischetti (batteria, fx) e Davide Fioravanti (pianoforte, fisarmonica e glockenspiel) non ha superato le selezioni di "Sarà Sanremo", programma condotto da Carlo Conti andato in onda ieri sera su Rai Uno.

Il gruppo e l'eliminazione

La band pop/nu-folk formatasi nel 2004 nella provincia di Ascoli Piceno, si era presentata alle selezioni con il brano "Tutta la vita questa vita", ma la giuria ha preferito le esibizioni di Lele e Chiara Grispo.

Decisivo il giudizio di Massimo Ranieri, che al ballottaggio tra i La Rua e Chiara Grispo ha preferito quest'ultima perchè i guantoni indossati dalla ragazza a suo avviso dimostrano la voglia di fare, di arrivare e di non arrendersi mai.

La rabbia dei Social

Una decisione che ha mandato su tutte le furie i fans de La Rua, che immediatamente sulla pagina ufficiale Facebook della band hanno manifestato la propria delusione, rabbia ed indignazione per la decisione assunta da Massimo Ranieri. Ma il risultato non cambia, per la band una beffa bella e buona. Così dopo il grande successo nel programma "Amici" di Maria de Filippi, i La Rua purtroppo non saliranno sul palco dell'Ariston nella categoria Nuove Proposte al Festival di Sanremo 2017.

Anche in studio gli altri membri della giuria non hanno preso bene l'eliminazione dei sei ragazzi ascolani, tanto da far intervenire sulla questione il conduttore, nonchè direttore artistico Carlo Conti: "Vedo di parlare con il direttore artistico (cioè se stesso Conti, ndr), con il direttore di Rai Uno e con il capostruttura. Naturalmente i ragazzi del gruppo La Rua non possono essere riammessi, perchè sarebbe una scorrettezza verso gli altri partecipanti, ma vediamo di inventarci qualcosa. Magari il loro brano potrebbe diventare il ritornello della sigla di Sanremo 2017. Qualcosa ci inventeremo, mi sembra che piacciano particolarmente".