Ultimi fuochi d'artificio per la 39° edizione delle "Giornate professionali" del Cinema di Sorrento che oggi e domani chiudono i battenti.

Case produttrici sugli scudi che hanno presentato un programma vario che promette un ottimo risultato al box office. Molto seguito il seminario della Magis sulle novità tecnologiche da approntare all'interno delle Sale: lo spettatore non guarda solo al film ma anche al contesto in cui il prodotto viene proposto.

Ma il vero protagonista delle Giornate sorrentine è stato Carlo Verdone che, terzo nella speciale classifica dei Biglietti d'oro con "L'abbiamo fatta grossa" commedia degli equivoci recitata con Antonio Albanese, ha vinto, invece, il duello verbale con Checco Zalone, primo nella speciale graduatoria.

Soddisfatti i presidenti Carlo Cuciniello dell'Anec, Carlo Bernaschi dell'Anem e Andrea Occhipinti dell'Anica che hanno chiuso la manifestazione degli operatori.

Continua invece il programma per il pubblico nell'ambito del programma "M'illumino d'inverno": oggi, venerdì 2 dicembre all'Armida, alle 21.30, ci sarà "Babbo Natale non viene dal nord" commedia di e con Maurizio Casagrande, con Annalisa, Giampaolo Morelli, Milena Miconi ed Eva Grimaldi.

Sabato 3 dicembre ancora due anteprime attese - Armida ore 18 - dei film "La verità" di Giuseppe Alessio Nuzzo con Francesco Montanar, Nicoletta Romanoff ed Anna Sanfroncik, con la speciale partecipazione di Maria Grazia Cucinotta e Lino Guanciale. Chiusura - Armida, ore 21.30, con "Oltre la linea gialla" un film attesissimo, che promana da una precedente pieces teatrale, perché scritto dal poeta Andrea Cacciavillani, opera scritta a quattro mani con il musicista Tonino Di Ciocco.

I migliori video del giorno

Il film è frutto dell'unione di tanti talenti provinciali ed è girato nella provincia dorata dell'Appenino di Agnone, la città delle campane. Narra la storia di Alex, un musicista stretto tra la sopravvivenza e la voglia di volare, interpretato dall'attore musicista Gianni Salamone - che firma anche molte canzoni del lungometraggio - e di Mara (Paola Crimele) la sua donna che è un avvocato in carriera.