L'attesa per l'ottavo album da solista di fabri fibra ha raggiunto livelli spasmodici. Da almeno sei mesi, i fan del rapper marchigiano non parlano di altro: è sufficiente fare un salto sul web o sui vari gruppi privati per scoprire come tale argomento sia sistematicamente all'ordine del giorno. Dopo aver assorbito tutte le informazioni necessarie, è il momento dunque di ricomporre il puzzle e di scoprire insieme cosa ci proporrà Fibra.

Il nuovo singolo è pronto

Le tanto gettonate "Instagram stories" hanno svelato come Fabri Fibra abbia già registrato il video del nuovo singolo e, soprattutto, chiuso definitivamente il disco.

Anche per quanto riguarda le collaborazioni il quadro è piuttosto chiaro: sempre attraverso i suoi profili social, "Sfiber" ha spifferato la presenza nel suo nuovo album dei Thegiornalisti, noto gruppo pop rock romano, e di Laioung, giovane rapper della nuova scena. Il punto interrogativo più grande, però, concerne il titolo dell'album: come da lui annunciato in un tweet rilasciato due anni fa, il nome del nuovo disco è contenuto in Squallor. Motivo per cui c'è chi ipotizza si possa trattare di "Pablo Escobar" o di "Trainspotting", del quale, tra l'altro, uscirà il 23 febbraio il sequel del film del 1996.

D'altronde nel remix di "Purdi", brano presente nell'album "Santeria" di Marracash e Gue Pequeno, il rapper classe '76 è apparso piuttosto eloquente: "Raga sto per uscire col disco, non immagini quello che ho scritto, ogni evento si incastra preciso...". La data di uscita è ancora un "tabù", ma c'è chi dice che l'album possa essere rilasciato venerdì 17 febbraio: per gli amanti di Mr. Simpatia di certo non un giorno qualunque.

Sulla scia di Squallor?

Un altro enigma riguarda l'approccio che utilizzerà il buon Fibra con i media: con l'album Squallor, infatti, rinunciò ai classici firma-copie o alle interviste di rito. Risultato: disco d'oro e un prodotto sopraffino, amato a dismisura dai propri fan. Una dimostrazione di forza pazzesca che ha dimostrato a tutti come il rap "made in Fibra" stia in piedi da solo, senza l'appoggio di radio e televisione.

In una bellissima intervista concessa nel 2015 a "Rolling Stone Italia", inoltre, confidò a Massimo Coppola quanto dell'esposizione, ormai, gli interessi ben poco. Insomma, il quadro è piuttosto chiaro e non ci resta che aspettare la data di uscita, sicuri del fatto che Fabrizio Tarducci utilizzerà l'arma da sempre a lui più congeniale: il fattore sorpresa.

Segui la nostra pagina Facebook!