Sabato 29 aprile 2017 alle ore 18.00, nella splendida cornice del Palazzo della Marra di Barletta, Marcello Veneziani presenterà il suo ultimo libro "Alla luce del mito. Guardare il mondo con altri occhi" (Marsilio).

L'incontro, promosso da "Il maggio dei Libri", sarà moderato dal giornalista Roberto Straniero. Interverrà il sindaco di Barletta, Pasquale Cascella.

Il libro

In un mondo dominato dalla scienza e dai poteri economici, in cui la religione e la filosofia vivono una inarrestabile disfatta, il mito - o il "mitopensiero", come lo definisce Veneziani - rappresenta la risposta ultima al bisogno di "vita superiore" dell'uomo.

Perché il mito non è verità né illusione: esso appartiene ad una sfera differente, è "ordine nella bellezza".

Mitica è l'origine della vita e la vita stessa. Il mito non è un semplice rifugio per il sognatore, è la chiave di lettura dell'esistenza. Una vita senza mito è povera e priva di senso. La negazione del mito, infatti, non assicura all'essere umano un'esistenza razionale e libera, ma lo espone ai rischi e alla negatività dell'idolatria.

Veneziani si spoglia delle vesti del politologo per offrire al lettore una speranza filosofica: attraverso il mito, l'uomo risponde ad "un sogno e bisogno contemporaneo", mette "le ali alla vita", sollevando quel velo di sfiducia e di inquietudine che la modernità ha gettato sulle nostre esistenze.

Lo scrittore

Filosofo, giornalista e scrittore, Marcello Veneziani è nato a Bisceglie e vive tra Roma e Talamone.

I migliori video del giorno

Nella sua attività giornalistica, ha fondato e diretto riviste e ha collaborato con le più importanti testate nazionali. Punto di riferimento culturale della destra italiana, è generalmente apprezzato per il suo contributo alla filosofia politica. Tra i suoi Libri più noti, "La rivoluzione conservatrice in Italia", "Di Padre in figlio", "Elogio della Tradizione", "La cultura della destra" e "La sconfitta delle idee". La sua produzione letteraria non ha trascurato i temi esistenziali, affrontati nei saggi filosofici e letterari "La sposa invisibile", "Il segreto del viandante", "Amor fati", "Vivere non basta". Ha cantato la nostalgia del sud in "Ritorno al sud" e l'amore per l'Italia in "Lettera agli italiani", dal quale è stato tratto un fortunato ciclo di cento "comizi d'amore". E' ora in libreria con "Alla luce del mito", edito da Marsilio, che è stato presentato a Roma con Vittorio Sgarbi.