Quando avverrà la pubblicazione dei decreti attuativi sull'Ape Sociale e sulla Quota 41? E' questo l'interrogativo che si sta ponendo la maggioranza di lavoratori che attende maggiori chiarimenti per usufruire della pensione anticipata prevista dalla nuova Legge di Bilancio.

Si attende la pubblicazione dei decreti

Qualche giorno fa il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti aveva dichiarato che era solo questione di ore. Parole che non si sono ancora concretizzate visto che, i decreti attuativi sulle misure previdenziali sono ormai da giorni alla Corte dei Conti per la registrazione ma ancora non c'è nessuna traccia dei decreti.

Pubblicità
Pubblicità

Non è escluso, infatti, che la pubblicazione potrebbe avere tempi più lunghi rispetto a quelli previsti suscitando ancora polemiche fra i lavoratori che attendono ancora il giorno in cui potranno richiedere il pensionamento

Sono due i decreti che dovrebbero diventare operativi a breve ma che sono rivolte solo a delle particolari categorie. Si tratta dell'ape Social e della Quota 41 a favore dei lavoratori precoci, due misure parziali ma nello stesso utili per collocare a riposo migliaia di lavoratori più svantaggiati quali disoccupati, caregivers, invalidi e lavoratori con mansioni usuranti.

Le Acli presentano la loro iniziativa

Intanto, in attesa della pubblicazione dei decreti attuativi e quindi di conoscere gli ulteriori dettagli delle misure, i Patronati Acli hanno dato il via a delle giornate informative rivolte ai maggiori beneficiari dell'Ape Sociale e della Quota 41 con lo scopo di rendere chiari i requisiti di accesso, le modalità di erogazione delle misure e le scadenze per la presentazione delle domande di accesso.

Come chiariscono i Patronati, infatti, la scadenza per le istanze è fissata per il 30 giugno ma a causa dei ritardi potrebbe slittare di ulteriori 15 giorni mentre l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale avrà tempo fino al 15 ottobre per verificare la sussistenza dei requisiti ed inviare le certificazioni ai potenziali beneficiari che dovrebbero rientrare nelle seguenti categorie previste dalla normativa.

"L'unico decreto attuativo in via di uscita sembra essere quello relativo all'Ape Sociale.

Pubblicità

Tempi decisamente più lunghi sono previsti per l'Ape volontario, il cui decreto deve ancora passare l'esame del Consiglio di Stato", hanno fatto sapere le Acli a margine della presentazione dell'iniziativa che dovrebbe partire da venerdì 19 maggio.

Leggi tutto