Nella Gazzetta Ufficiale n. 4 del 14 gennaio 2020 è stato indetto un nuovo concorso per 109 conducenti di automezzi, area II che verranno assunti a tempo pieno ed indeterminato. La procedura di selezione avverrà tramite avviamento tra gli iscritti al Centro per l'Impiego competente territorialmente. La procedura selettiva, infatti, mira all'inserimento di nuove risorse negli uffici giudiziari aventi sede nelle regioni Basilicata, Sicilia, Calabria, Lazio, Campania, Lombardia, Liguria, Puglia e Toscana.

Nuovo concorso con procedura di avviamento

Stando a quanto riportato dal bando di concorso, per partecipare alla procedura di avviamento, gli iscritti ai Centri per l'Impiego dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana, essere maggiorenni, dovranno possedere almeno la licenza media, dovranno essere in possesso della patente di guida categoria D, dovranno possedere l'idoneità fisica e psichica e il godimento dei diritti civili e politici. Inoltre, per gli iscritti maschi, nati entro il 31 dicembre 1985 si richiede la posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva mentre per gli iscritti che non siano cittadini italiani è richiesta una buona conoscenza della lingua italiana.

Previsto un colloquio e una prova di idoneità pratica

Sempre secondo quanto riportato dal bando di concorso, entro trenta giorni dalla pubblicazione del bando in G.U, la direzione generale del Ministero della Giustizia invierà ai Centri per l'Impiego la richiesta di avviamento a selezione dei lavoratori iscritti nelle liste. A seguito della richiesta di avviamento sarà formulata una singola graduatoria su base provinciale.

Le amministrazioni regionali dovranno comunicare alle Corti d'Appello i nominativi dei lavoratori avviati a selezione sulla base di punteggi riportati in graduatoria. Le Corti d'Appello, invece, comunicheranno mediante raccomandata ai candidati, il giorno e la sede d'esame.

I convocati alle selezioni saranno chiamati a sostenere un primo colloquio ed una successiva prova di idoneità pratica volta ad accertare le abilità del lavoratore a svolgere le mansioni richieste dal ruolo, ovvero, l'accertamento della conoscenza delle norme sulla circolazione stradale e sulle capacità di guida.

Ripartizione dei posti

Tutti i candidati rientranti nelle posizioni utili in graduatoria verranno assunti a tempo pieno ed indeterminato e ricopriranno il profilo professionale di operatore. I posti messi a concorso sono così ripartiti: 19 posti nelle amministrazioni centrali di Roma, 5 nelle sedi di Bari, 5 a Caltanissetta, 6 posti a Catania, 4 a Catanzaro, 3 a Firenze, 9 a Genova, 2 a Lecce, 2 posti per la sede di Milano, 2 per quella di Messina, 10 a Napoli, 14 a Palermo, 3 a Potenza, 4 posti a Reggio Calabria, 3 nella provincia di Salerno e 18 a Roma.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!