Tremenda esplosione nella giornata di ieri all'interno di una villetta collocata in Via Torre Magna, a Lago Patria. Due le persone presenti nell'appartamento al momento dello scoppio: una donna e suo figlio, Walter, ricoverato in gravi condizioni a causa delle molteplici ustioni riportate.

L'esplosione del serbatoio e le prime ipotesi ricostruttive

I fatti si sono verificati nella giornata di ieri a Lago Patria, frazione di Giugliano in Campania, dove due persone sono rimaste gravemente ferite a seguito dell'esplosione di un serbatoio di gas collocato all'interno di una villetta di via Torre Magna (traversa secondaria di Via Staffetta).

Il forte boato è stato avvertito anche a diversi chilometri di distanza, come testimoniato dai numerosi post apparsi sui gruppi Facebook cittadini ancor prima che la notizia [VIDEO] venisse diffusa a mezzo stampa.

Sul luogo dell'incidente sono accorsi nell'immediato i sanitari del 118, che hanno fornito le prime cure del caso alle persone rimaste coinvolte nello scoppio: un vicino di casa, travolto dal crollo del muro che separava le due abitazioni e ricoverato presso l'Ospedale San Giuliano, e Walter, le cui condizioni sono apparse drastiche sin da subito a causa delle numerose ustioni che lo hanno reso quasi irriconoscibile.

Nessuna conseguenza invece per la madre del ragazzo, illesa per "miracolo".

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, la causa dello scoppio sarebbe da identificare in una massiccia perdita del serbatoio collocato all'interno dell'abitazione, mentre la deflagrazione è da ricondurre ad una sigaretta accesa in un ambiente già ampiamente saturo di gas. Sul luogo dell'esplosione sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco e i tecnici comunali, che hanno provveduto a recintare l'edificio e a sistemare entrambe le famiglie in una struttura alberghiera.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Le condizioni di Walter

Ad avere la peggio è stato Walter Mariani, ragazzo pieno di vita e volto noto della politica e degli eventi dell'hinterland partenopeo: il giovane è stato condotto nell'immediato presso il Centro Grandi Ustionati dell'Ospedale Cardarelli di Napoli, dove è tuttora ricoverato.

A fornire informazioni dettagliate circa le sue condizioni di salute è stata la sopracitata struttura, che ha diramato un primo bollettino medico: "Le condizioni del paziente sono gravissime - scrivono i medici dell'U.O.C.

- il giovane è comunque sveglio e cosciente ma presenta ustioni profonde (prevalentemente di terzo grado) estese al 70 per cento della superficie corporea".

In tanti hanno rivolto in queste ore un messaggio di solidarietà al giovane e alla sua famiglia e tutta Napoli prega affinché Walter possa rimettersi quanto prima.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto