Vediamo le intenzioni di voto per ciò che concerne le prossime elezioni regionali previste per 7 regioni italiane il prossimo 31 maggio, andiamo ad analizzarle nello specifico, partendo dalla regione del Veneto. I candidati a governatore del Veneto, secondo la società sondaggistica Tecnè, vede Luca Zaia candidato del centrodestra al 42,5%, mentre Alessandra Moretti del centrosinistra è ferma al 31,0% dei consensi, Flavio Tosi, dissidente della Lega, per la lista indipendente si porta al 13,0%, Jacopo Berti del Movimento 5 Stelle si attesta all'11,5%, mentre il primo partito per il momento risulta essere l'astensionismo con ben il 53,5%.

In Puglia invece si prospetta un vero e proprio plebistico per il candidato del centrosinistra Michele Emiliano al 46%, mentre Antonella Laricchia del M5S si porta fino al 20,0%, i due candidati del centrodestra vittime di una scissione interna, Adriana Poli Bortone e Francesco Schittulli sono fermi rispettivamente al 17,0% e al 14,0%, indecisi ed astenuti raggiungono un risultato rilevante del 52,0%.

In Campania si preannuncia un vero e proprio testa a testa tra i candidati di centrosinistra e centrodestra De Luca e Caldoro, entrambi al 37,0% dei consensi, dietro l'outsider del M5S Valeria Ciambrino che si attesta al 21,5%.

In Liguria la situazione è più complicata ed equilibrata, con tre candidati vicinissimi e dove la lotta sarà veramente serrata ed all'ultimo voto; Patia candidata del centrosinistra si attesta al 28,0%, Toti del centrodestra al 27,0%, mentre il candidato pentastellato Alice Salvatore è al 25,5%.Indecisi ed astenuti in questo caso sono il 50,0% dei votanti che potrebbero essere quanto mai decisivi per la vittoria finale dell'uno o dell'altro candidato.

In Toscana ci dovrebbe essere l'elezione del candidato governatore del centrosinistra al primo turno, visto che Rossi è dato a più del 50,0% dei consensi, in una regione che si conferma, come da tradizione storica, rossa.

Nelle Marche Ceriscioli del Pd è favorito, anche se qui si dovrebbe andare al ballottaggio previsto 15 giorni più tardi (14 giugno); in Umbria in vantaggio sempre il candidato di centrosinistra Marini che dovrebbe andare anch'esso al ballottaggio.

 

Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la pagina Sondaggi Politici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!