Si avvicina il momento della dichiarazione dei redditi 2013 con tutti i dubbi e timori che la compilazione del modello 730 comporta. L'attenzione dei contribuenti si concentrerà soprattutto sulle possibilità che il Modello 730 offre in riferimento alle detrazioni sui redditi del 2013, tra le quali spiccano quelle ottenibili per spese mediche e sanitarie.

Modello 730, redditi 2013. Detrazione per spese mediche e sanitarie: modalità e aliquota

Coloro che hanno sostenuto spese mediche e sanitarie, possono portarle in detrazione nella dichiarazione dei redditi 2013, attraverso il Modello 730, in cui, nell'apposito spazio riservato agli "Oneri e Spese", deve essere riportata la spesa.

Qui, tuttavia, deve essere considerato l'importo minimo non detraibile che è di 129,11 euro. Per cui saranno detraibili gli importi che superano tale limite.

Un altro passaggio fondamentale per ottenere la detrazione delle spese mediche e sanitarie, dai redditi 2013, consiste nella produzione di tutti i documenti e gli scontrini che certificano la spesa in oggetto, al momento della compilazione del Modello 730, che può avvenire presso consulenti, sindacati e CAF.

Infine, ricordiamo che l'aliquota prevista per tutti coloro che dimostrino di aver sostenuto spese mediche e sanitarie per la detrazione IRPEF sui redditi del 2013 è del 19%.

Modello 730, redditi 2013. Detrazione per spese mediche e sanitarie: quali spese e soggetti

Le detrazioni comprese nel Modello 730, sui redditi 2013, riguardanti le spese sanitarie e mediche prevedono le seguenti situazioni:

  • Spese sostenute per acquisto di medicinali
  • Spese per protesi dentarie o dispositivi medici con il marchio CE, come succede quando si acquista il dispositivo per l'Aerosol
  • Costi sostenuti per analisi, radiografie e TAC
  • Costi affrontati nel caso di trapianto di organi
  • Spese per il ticket versato al Servizio Sanitario Nazionale
  • Costi sostenuti per il bisogno di terapie riabilitative e per l'intervento di infermieri e fisioterapisti
  • Costi pagati per ricoveri in occasione di operazioni chirurgiche
  • Spese pagate ad istituti di cura per anziani, con alcune esclusioni
  • Costi sostenuti per le prestazioni dei medici generici, specialisti, chirurghi o per soggetti che si occupano dell'assistenza diretta della persona

Per finire con una delle più comuni spese affrontate dalle famiglie e cioè le spese per l'acquisto degli occhiali da vista.

I migliori video del giorno

I soggetti interessati sono gli stessi contribuenti, titolari della dichiarazione dei redditi 2013, ma anche i loro familiari a carico, che potranno godere delle detrazioni previste dal Modello 730 per le spese mediche e sanitarie sostenute in Italia o all'estero.