Come si sperava, la sanatoria relativa alle cartelle di #Equitalia iscritte a ruolo entro il 31 ottobre 2013 è stata prorogata al 31 maggio 2014. In precedenza la scadenza era stata fissata al 28 febbraio e successivamente al 31 marzo 2014 ma visto il successo dell'operazione (anche se inferiore rispetto alle aspettative), la Commissione bilancio e finanze ha deciso di effettuare un ulteriore spostamento della data.

Ricordiamo che per usufruire dell'iniziativa, l'iscrizione a ruolo delle cartelle deve essere stata emessa entro il 31 ottobre 2013 e i tributi devono riguardare enti locali, oltre che ministeri e tasse come l'IRPEF.

È quindi possibile regolarizzare multe ricevute per violazione del codice stradale o il mancato pagamento del bollo auto. Non sono invece ammessi contributi previdenziali quali ad esempio di INPS e INAIL. L'obiettivo per il contribuente è quindi quello di pagare la tassa in un'unica soluzione senza sanzioni e interessi di mora, ciò vale anche per eventuali cartelle già soggette a rateazione.

Diversamente alle previsioni, non è invece stata rinviata la sospensione delle riscossioni che, stando a come stanno oggi le cose, potrebbero riprendere a partire dal 16 aprile 2014. Una situazione confusa che sicuramente causerà non pochi dubbi ai contribuenti. Si attendono comunque nuove indicazioni dalla Commissione bilancio e finanze che potrebbe decidere di far slittare anche questa iniziativa al 31 maggio 2014 facendola così coincidere con la rottamazione delle cartelle.

I migliori video del giorno

Per maggiori informazioni a riguardo vi invitiamo a consultare il sito ufficiale di Agenzia delle Entrate ed Equitalia.