Un approfondimento sulle scadenze per #Tasi, Tari, #imu 2014, sul calcolo della Tasi e su chi e in quali casi deve pagare tasse per la prima e la seconda casa.

Le scadenze di Tasi, IMU 2014 e Tari sono leggermente differenti le une dalle altre, nonostante le tre tasse siano riunite entro la IUC, l'Imposta Unica Comunale. Il pagamento della Tasi 2014 è dovuto da tutti e in molti casi sarà salato. La scadenza della Tasi 2014 per la prima rata è fissata al 16 giugno, ma per i comuni che non approvano il bilancio entro maggio la scadenza della Tasi diventa unica e fissata al 16 dicembre 2014.

Nella IUC oltre a Tasi e Imu abbiamo la Tari 2014, la cui scadenza per il pagamento in un'unica soluzione è fissata al prossimo 16 giugno; resta tuttavia la possibilità da parte dei comuni di decidere il numero di rate, purché siano almeno due.

In base a ciò si consiglia di consultare in prossimità della scadenza della tassa sui rifiuti, le decisioni in merito da parte della propria amministrazione comunale.

Per l'Imu 2014 la scadenza per la prima rata è fissata al 16 giugno 2014 e la scadenza della seconda rata al 16 dicembre: in merito alla tassa sulla casa è quindi già tutto stabilito. Ricordiamo che l'IMU 2014 sulla seconda casa va regolarmente pagata dai proprietari, come nel 2013, ma va inoltre pagata anche da coloro che possiedono una prima casa di lusso (castelli, residenze signorili, ecc.).

Il calcolo della Tasi 2014 in scadenza a breve necessità dell'aliquota deliberata dal comune di residenza e tali aliquote sono, in moltissimi casi, ancora attese dai cittadini. Detto questo possiamo comunque chiarire che per il calcolo della Tasi 2014 si dovrà tener conto della rendita catastale rivalutata al 5%, che andrà moltiplicata per un coefficiente fisso legato all'immobile, per poi continuare il calcolo con l'aliquota Tasi decisa dalla propria amministrazione locale.

I migliori video del giorno

Senza dimenticare, naturalmente, che dovranno poi essere sottratte le varie detrazioni di cui eventualmente possono godere i contribuenti.

Ricordiamo come pagare Tasi, Tari e IMU 2014: per la Tasi si possono usare i bollettini postali oppure il modello F24, idem per l'IMU, mentre per la Tasi - che può essere versata con Mav e Rid - è da poco giunto un chiarimento direttamente dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, che stabilisce che anche la Tari potrà essere versata tramite bollettino di conto corrente postale.

Si avvicinano pertanto le scadenze fiscali per Tasi, Tari e Imu 2014: il conto sarà ancora una volta pesante, nonostante il girotondo politico di fine 2013 sull'IMU. Gli italiani faranno bene a farsi trovare, ancora una volta, preparati ad assorbire il duro colpo.