Come sappiamo, domenica 22 dicembre saranno trasmesse ben tre puntate de "Il Segreto" che chiuderanno l'anno, bisognerà dunque aspettare il 2014 per vedere il seguito, e questo comporta una trama di domenica 22 dicembre che rimarrà ben impressa ai telespettatori lasciandoli con il fiato sospeso.

Nella prima puntata si vedrà che Pepa è fuggita, e Tristan la cerca disperatamente nonostante il dissenso di sua madre. Deciso ed ostinato nelle ricerche, alla fine la ritrova dinanzi ad un dirupo priva di sensi, così chiede aiuto a Gregoria che, per farla riprendere, le somministrerà dei tranquillanti, ma quest'ultima sottolinea che, l'uso spropositato di questi possono causarne la morte, quindi, non appena Donna Francisca viene a saperlo, la stessa inizia a somministrarle delle dosi maggiori in modo da causarle malori ed infine la morte.

Nella seconda puntata si vedrà che il piano di Donna Francisca inizia a dare i suoi frutti, Pepa comincia a stare male e ad avere le prime allucinazioni, tra le quali la visione del suo piccolo Martin. Donna Francisca continua a somministrarle i tranquillanti in dosi eccessive, in modo da sbarazzarsene prima possibile. Emilia invece in questa puntata scopre di essere stata tradita da Severiano, ma l'amore che prova per lui è talmente forte da indurla al perdono. 

Nella terza, ed ultima puntata, Pepa si riprende, capisce che c'è qualcosa di strano, e che nella villa qualcuno stia tramando contro di lei, cosi decide di andare via, ovviamente Donna Francisca non accetta la sua decisione e con l'aiuto di Tristan la convincono a rimanere. Il piano attuato da Donna Francisca procede senza alcun problema, e Gregoria visitando Pepa inizia a crederla pazza, cosi la levatrice chiede aiuto ad Emilia per capire il motivo della sua mancata guarigione, ma nel frattempo Donna Francisca cerca di convincere Tristan a farla rinchiudere in un manicomio.                                                                                

Queste puntate ci lasceranno davvero perplessi, e per sapere come finirà, bisognerà aspettare il 2014.