Non c'è pace per 'Uomini e donne', dopo i dissapori tra alcune dame del 'Trono Over' a cui la redazione ha consigliato di restare a casa e le voci su una presunta relazione sentimentale del tronista spagnolo, Jonas Berami si trova nuovamente nell'occhio del ciclone. Invidia, cattiveria o verità questo non è stato ancora accertato ma è certo che per Maria De Filippi questo sexy simbol è stato più fonte di preoccupazione che di gioia. Ma ecco, un'altra tegola tra capo e collo. Un ex corteggiatore lo avrebbe attaccato molto pesantemente via Instagram: 'sabato 18, Jonas è ospite nella disco dove lavoro io! Gli diamo 3.500 euro a quel nano… a lui non piacciono questi posti però ahahah'.

Alessandro Muriglio è forse geloso perché è stato mandato a casa dalla tronista Teresa Cilia dopo averlo visto a cena insieme ad altri corteggiatori?

Ma torniamo alla questione spinosa rimbalzata su Instagram che certamente non passerà inosservata a chi per mangiare deve sudare quattro camicie o come l'ex corteggiatore che lavora proprio in quella discoteca oggetto di tale discussione al vetriolo. Infatti Muriglio ha fatto sapere che il 'nano' di Berami ha percepito 3500 euro dalla serata anche se quei posti al tronista non piacciono. Non poteva che arrivare la difesa da parte dello staff della sua pagina ufficiale che ha pubblicato un post in cui difende la posizione di Berami: 'Volevamo precisarti che Jonas ha detto non gli piacciono questi posti ma parlava come lavoro per una donna.

I migliori video del giorno

Per lavoro ci può stare, chiunque per lavoro va in questi locali. Hai scritto 'diamo 3500 euro per una serata'. Ma scusa, li dai tu? Lo hai definito 'nano', fai tesoro delle tue parole, invidioso!'.

Quale sarà la reazione di Jonas: preferirà il silenzio o aspetterà di incontrarlo? La questione molto delicata potrebbe finire in uno scontro fisico quando saranno faccia a faccia nello studio di Maria De Filippi il 18 ottobre prossimo: consigliamo a Maria De Filippi di tenersi a portata di mano due secchi d'acqua gelata per calmare i bollenti spiriti.