Il Principe William e Kate Middleton hanno minacciato azioni legali contro chiunque violerà la privacy del Principe George. Preoccupati per le continue scorribande dei paparazzi, i genitori hanno deciso di agire in seguito ad un episodio in particolare. Secondo alcuni indiscrezioni, un fotografo avrebbe cercato di immortalare il loro primogenito mentre si trovava per una passeggiata con la tata in un parco di Londra. "Il Duca e la Duchessa hanno deciso di agire legalmente per chiedere ad un individuo di smettere di disturbare  e seguire il Principe George e la sua tata durante i momenti di ordinaria quotidianità", si legge nel comunicato diramato dal portavoce della coppia.

"La scorsa settimana si è verificato un incidente che ha mosso le Altezze Reali a cercare qualsiasi mezzo possibile per scoraggiare chiunque da tale comportamento". 

William e Kate si trovano in un momento particolare della loro vita, avendo annunciato ufficialmente ad inizio settembre di attendere il secondo figlio. Se si trattasse di una bambina, come auspicato dalla coppia, la piccola potrebbe essere chiamata Elizabeth Diana, in omaggio anche alla scomparsa madre del Principe. Impossibile ignorare quindi che la decisione dei coniugi non sia influenzata dal ricordo del terribile incidente in auto che aveva causato la morte di Lady Diana nel 1997 a Parigi, conseguenza di una rocambolesca fuga dai paparazzi.

"Ci sono motivi sufficienti per sospettare che tale individuo abbia pedinato il Principe George e spiato la sua routine quotidiana per un determinato periodo di tempo", ha continuato il portavoce della Casa Reale nel comunicato.

I migliori video del giorno

"Il Duca e la Duchessa comprendono l'importanza del ruolo pubblico che il Principe George un giorno dovrà ereditare, ma finché è giovane gli deve essere concesso di vivere una vita normale".  Il comunicato si chiude quindi sottolineando come nessun genitore al mondo, nobile o no, potrebbe tollerare che il proprio figlio sia seguito, molestato e fotografato mentre si trova a giocare in un parco pubblico.

La coppia sembra essersi decisa ad agire dopo la pubblicazione di un articolo sul London Evening Standard, in cui si raccontava nei dettagli lo spiacevole episodio. Il giornale ha anche svelato un altro comportamento sospetto di un fotografo appostato fuori da Buckingham Palace, invitato dalla Polizia ad andarsene: l'uomo voleva immortalare il piccolo mentre si recava a Palazzo per nuotare in piscina. William e Kate hanno inoltre chiesto alle guardie di incrementare i controlli di sicurezza nei confronti della Famiglia Reale per evitare qualsiasi ulteriore atto indesiderato.

La guerra ai paparazzi, però, era diventata più aspra già da tempo, specialmente quanto una rivista aveva osato pubblicare gli scatti delle "parti molto private" di Kate.

La Duchessa stava camminando con il consorte durante una visita in Australia, quando un colpo di vento dispettoso le ha sollevato la gonna mostrando le reali terga. Solo il tabloid tedesco Bild aveva osato pubblicare le foto, fomentando l'ira degli Windsor. Stessa reazione era accaduta nel settembre 2012, quando la rivista francese Closer scelse di condividere le immagini della Middleton in topless, immortalata mentre prendeva il sole nell'intimità di una casa di vacanza in Francia.