Gli hacker hanno rubato una copia della sceneggiatura di "Spectre", il nuovo film della serie di James Bond. Il furto è avvenuto nell'ambito dell'attacco subito dalla Sony Pictures, vittima di una clamorosa violazione dei server da parte di misteriosi cyber-terroristi. I produttori hanno scoperto il fatto solo nella giornata di sabato 13 dicembre, anche se sembra che nuove brutte sorprese potrebbero essere in serbo per la nota casa di produzione.

La pellicola, che vede nuovamente come protagonista Daniel Craig, uscirà nei Cinema solo verso la fine del 2015. Le riprese sono iniziate da poche settimane, solo dopo l'annuncio del titolo e del cast, in cui figura come Bond Girl la nostra Monica Bellucci. Secondo esperti nell'ambito di sicurezza dei sistemi, l'attacco costerà alla Sony circa 75 milioni di euro: per sistemare i server, però, sembra che non sarà bisogno di fermare la produzione dei film, come era trapelato nelle ultime ore.

"Le produzioni vanno avanti", ha detto Robert Lawson, portavoce della società.

Gli hacker sono entrati in azione a novembre, disabilitando il network della Sony e rubando un numero consistente di informazioni molto riservate. La prima a pagarne le spese è stata Angelina Jolie, protagonista suo malgrado di uno scambio di mail private ai vertici della compagnia. L'attrice è stata infatti definita "una mocciosa viziata e senza talento" dal produttore Scott Rudin, infuriato per l'ostinazione con cui la star chiedeva un remake del film "Cleopatra".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Gossip Cinema

Nelle ultime ore pare che anche gli hacker abbiano scoperto il progetto di un nuovo capitolo del film "Ghostbusters", che avrebbe come protagonisti Jennifer Lawrence, Emma Stone e Ryan Gosling. Inoltre è trapelata anche una mail della presidente della Sony, Amy Pascal, in cui Leonardo DiCaprio viene definito "spregevole" in seguito al suo rifiuto di interpretare Steve Jobs in un nuovo biopic diretto da Danny Boyle.

L'identità degli hacker è ancora un mistero, anche se secondo alcuni si tratterebbe del collettivo Guardians of the Peace, un gruppo legato alla Corea del Nord. Motivo dell'attacco, infatti, sarebbe proprio l'imminente uscita del film "The Interview" di Seth Rogen e James Franco: nella pellicola viene ipotizzata l'esecuzione del dittatore nordcoreano Kim Jong-un, dettaglio che non è certo passato inosservato nel controverso paese asiatico...

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto