Abbiamo appena finito la terza puntata dell'emozionante fiction 'Questo nostro amore '70' che moriamo di sapere cosa accadrà di nuovo ai nostri beniamini preferiti. Prima di svelarvi la trama del 4° episodio in onda lunedì 17 novembre, facciamo un passo indietro per capire meglio dove siamo rimasti.

I capofamiglia Salvatore Strano e Vittorio Costa (Neri Marcorè) sono talmente presi dal lavoro in fabbrica da trascurare le proprie mogli che avrebbero bisogno di più attenzioni. Anna durante un ritrovo con i compagni di scuola cederà alla passione, baciando Diego, mentre Teresa (Manuela Ventura) in virtù della sua emancipazione, butta fuori di casa il marito che non condivide con lei le faccende domestiche.

Ma se in casa del siciliano che fa mea culpa, mettendosi perfino a rigovernare i piatti torna l'amore di un tempo, Anna non riesce neanche a chiarirsi con Vittorio che cerca in ogni modo di evitarla. Perciò Anna (Anna Valle) capendo di dover fare qualcosa per farsi perdonare, porterà la cena al marito rimasto a lavorare in fabbrica pensando che sia tutto solo a rimuginare, mentre lo troverà rifocillato da un avvenente segretaria che mira a conquistarlo. Anche i rapporti tra Benedetta e Bernardo (Dario Aita) sono ancora tesi mentre la ragazza svela a Luca che è il padre di suo figlio. L'uomo rimasto scioccato dalla notizia fuggirà lontano lasciando Benedetta in lacrime.

Siete pronti per qualche anticipazione sulla 4° puntata della fiction, eccovi accontentati. La storia d'amore tra Vittorio e Anna sta volgendo al capolinea, il Costa non ce la fa a perdonare il tradimento della moglie, anche se si è trattato solo di un bacio, decidendo così di separarsi sebbene i figli non capiscono i motivi.

I migliori video del giorno

Mentre tra Salvatore (Nicola Rignanese) e Teresa sembra sia tornato il sereno. Luca (Glen Blackhall) dopo un primo periodo di comprensibile disorientamento, decide di fare il padre al piccolo Marco avvicinandosi pericolosamente a Benedetta (Aurora Ruffino) che diviene al centro di un triangolo amoroso perché Bernardo non l'ha mai dimenticata. Intanto il lavoro alla Sider riprende con la convinzione che il futuro della fabbrica dipenderà dal prototipo della marmitta catalitica. Per altre anticipazioni non esitate a cliccare 'segui', il tasto a desta, non ve ne pentirete.