Chi ha visto la puntata di venerdì del trono over di Uomini e donne non può essere rimasto colpito dall'eccentrica dama interessata a conoscere Marcello, l'arzillo latin lover. La dama che è sembrata molto a suo agio davanti alle telecamere, non è nuova ad esperienze del genere. Chi conosce la trasmissione 'Ma come ti vesti?' non potrà non ricordarsi di Titti, la vittima di Enzo Miccio, oggi ballerino di Ballando con le stelle e di Carla Gozzi. I due l'avevano aiutata a scegliere il suo guardaroba. Infatti fu la protagonista della prima puntata dell'ottava stagione, dove gli stilisti rivoluzionarono il suo modo di vestire fuori dagli schemi.

Abituata a pantacollant e maglie coloratissime, si è trasformata in una signora di classe con un abbigliamento più adatto alla sua età. Erminia Kobau, l'allegra titolare di un negozio di erboristeria di Legnano, benvoluta da tutti per il suo stile eccentrico ed originale, è stata chiamata alla corte di Maria De Filippi, dove si è subito distinta per l'abbigliamento e il modo originale di parlare.

Alla soglia dei 60 anni, raggiunta una stabilità economica, ha deciso di cercare il grande amore della sua vita tra i cavalieri di Uomini e Donne, scegliendo di conquistare Marcello, famoso per i battibecchi con Tina Cipollari. L'attempato cavaliere avrebbe accettato di conoscerla perché rispecchierebbe il suo ideale di donna. Come sapete, l'ex gigolò vorrebbe trovare una donna facoltosa e possibilmente attenta alla linea.

I migliori video del giorno

Divorziato, vivrebbe in un piccolo appartamento all'interno di un residence, dopo un passato movimentato. Notizia che suscitò le risate degli altri ospiti e le battute feroci di Tina, sempre più derisa per i chili di troppo. Purtroppo come vedremo le cose tra Erminia e Marcello non sono andate benissimo. L'uomo avrebbe disdetto l'appuntamento che aveva con lei a cena alle 7 del mattino, infastidendo talmente Titti da far negare il saluto in studio. Dopo aver pronunciato la parola "troglodita" ha anche suscitato le ire degli altri cavalieri, che ne hanno approfittato per fare la corta alla povera sedotta e abbandonata.