Sabato 21 marzo 2015 andrà in onda in prima visione assoluta su Raiuno un nuovo appuntamento con la soap opera portoghese Legami, in onda come sempre alle ore 15,40. I fan della soap avevano sperato che, dal prossimo 23 marzo, complice la chiusura della trasmissione di Antonella Clerici, Dolci dopo il tiggì in onda alle 14 su Raiuno, fossero stati trasmessi gli episodi inediti della soap, ma così non sarà: la Rai, infatti, ha annunciato la messa in onda di un nuovo programma che andrà in onda dalle 14.10 alle 14.45, dal titolo "La macchina della verità" condotto da Monica Leofreddi. Questo, quindi, significa che l'appuntamento con Legami resta confermato al sabato pomeriggio, con un solo episodio a settimana.

Legami, trama 21 marzo: il ricatto di Diana

Cosa accadrà nella puntata di Legami del 21 marzo? Le anticipazioni ufficiali rivelano che Diana si è recata da Joao per proporgli il suo piano per far uscire di prigione Francisca. La reazione del ragazzo non è stata affatto positiva e dopo aver perso le staffe, ha schiaffeggiato Diana. Quest'ultima, però, non si è lasciata scalfire dagli schiaffi e ha imposto a Joao le sue condizioni: per liberare Francisca, Joao dovrà rendere Diana proprietaria del 50% della Jo-Jo e in più dovrà lasciare per sempre Ines. A questo punto la scelta sarà molto difficile, ma Joao non vuole che sua madre resti in carcere da innocente: così, quando, Francisca delega a suo figlio Joao la gestione della Jo-Jo, lui non ci pensa due volte a cedere metà parte delle azioni alla perfida Diana, che ancora una volta è riuscita ad avere la meglio.

I migliori video del giorno

Ines, però, non si arrende e non accetta il fatto che Diana sia riuscita a separarla di nuovo dal suo amato Joao: questa volta i due dovranno arrendersi di fronte all'astuzia di Diana oppure no? Le anticipazioni della puntata di Legami che vedremo in onda il 21 marzo su Raiuno, inoltre, rivelano che Luis torna di nuovo a ricattare Isabel: questa volta, però, la donna non vuole essere sottomessa al suo giogo e così decide di denunciarlo, senza pensarci due volte.