Si è conclusa ieri la Serie TV di Sky 1992, fiction che ha raccontato la storia di Tangentopoli e l'inizio del berlusconismo. Stavolta non vogliamo spoilerarvi nulla, ci concentreremo sui commenti del web e mettiamo da parte la trama finale dando quindi occasione a chi non ha visto l'ultima puntata l'occasione di rivederlo in streaming o di seguirne la replica tv.

1992, tra polemiche e ilarità: come vedere la replica e lo streaming?

Prima di vedere cosa ne pensa il web, scopriamo come rivedere l'ultima puntata della serie tv di Sky. Per coloro che volessero seguirla comodamente in streaming c'è Sky.Go. basta effettuare il login del proprio account e vedere gli ultimi due episodi andati in onda martedì 22 aprile da pc e tablet.

Il servizio è riservato ai soli abbonati al pacchetto base che comprende tutte le migliori serie televisive. Per coloro che invece volessero vedere la replica televisiva, ecco la data e gli orari delle prossime programmazioni. La prima replica è per oggi alle ore 13 su Sky Atlantis, giovedì 23 aprile andrà invece in onda nuovamente alle 22:45. Altro passaggio televisivo sabato 25 alle 13:50. Vediamo ora alla nota, per certi aspetti, dolente, quella che riguarda le critiche alla fiction e qui bisogna aprire un capitolo a parte.

1992 è stata accompagnata da polemiche fin dal suo esordio, quasi nessuno ha espresso giudizi positivi sulla produzione e anche il finale di stagione non ha cambiato tali pareri. Il popolo del web ha ironizzato fino alla nausea sull'interpretazione di Tea Falco, la sua voce è ormai proverbiale e l'ultima trovata dei social network è stata quella di fare dei video con i sottotitoli durante le sue parti nel telefilm.

I migliori video del giorno

Al di là dello scherzo, più o meno simatico, la brava Tea, per quanto promettente, rischia di bruciarsi la carriera dopo questa interpretazione comunemente considerata ridicola. Forse sarà costretta a cambiare modo di recitare? Criticata anche la veridicità storica degli eventi, ma su questo gli autori avevano già messo le mani avanti dicendo che i fatti di cronaca del 92 erano solo lo spunto per raccontare una storia.

Molti critici però si sono chiesti: la storia di chi? La storia dell'Italia che fu o quella che è adesso? Probabilmente nelle intenzioni degli autori c'era l'idea di far capire che quello fu un anno spartiacque, e quel che oggi siamo è figlio di quelle vicende politiche e sociali. Il problema però è che le buone intenzioni hanno ceduto troppo il passo alla soap opera finendo per diventare ciò che sembrano voler in qualche modo criticare.