Inizia la riabilitazione per Bobbi Kristina Brown, la figlia della compianta cantante e attrice Whitney Houston, in coma dal 31 gennaio scorso. "Ha aperto gli occhi" come dichiara in un comunicato stampa l'avvocato del padre: "C'è stato un lieve miglioramento, ha iniziato una riabilitazione che sarà lunga e difficile e non è ancora possibile prevedere quale sarà la qualità della sua vita per gli anni a venire". Anche il padre, Bobby Brown ex marito della Houston, durante un concerto a Dallas aveva sorpreso i fan dicendo: "Posso dire che Bobbi è sveglia. Mi sta guardando".

Il dramma - La ragazza, 22 anni, tre mesi fa era stata ritrovata in una vasca da bagno, priva di coscienza nella sua casa di Atlanta e da allora subito ricoverata all'University Hospital della città.

A marzo, Kristina era stata trasferita a un centro di riabilitazione, dove lottava per la vita. Ora ha finalmente riaperto gli occhi, ma si teme per la sua situazione clinica: secondo le dichiarazione della nonna materna, Cissy Houston la nipote è stata tracheotomizzata e ha danni irreversibili al cervello.

La tragica scomparsa di Whitney Houston - Il dramma venne subito paragonato, in modo inquinante, all'incidente mortale della madre, trovata morta a 48 anni proprio in una vasca da bagno di un hotel di Beverly Hills l'11 febbraio del 2012. Probabilmente per la giovane figlia della Houston si è trattato di tentato suicidio mentre per Whitney il decesso è avvenuto perché affetta da una malattia cardiaca peggiorata dall'uso cronico e smodato di cocaina da svariati anni, ma se esiste anche la teoria di omicidio, per debiti di droga.

I migliori video del giorno

La vita della cantante, universalmente riconosciuta come una delle più popolari e talentuose di tutti i tempi, spesso chiamata semplicemente "The Voice", è stata molto difficile, con problemi legati alla droga, all"alcool, ai matrimoni sbagliati e al difficile rapporto col padre: il dramma della figlia Bobi si può considerare come un altro triste episodio della sua tormentata esistenza. Se sei interessato a notizie come questa clicca su Segui (in cima all'articolo accanto al nome dell'autore) per non perdere le prossime news.