La discografia di Mika si arricchisce di un nuovo album: il 15 giugno uscirà infatti No place in heaven, l'ultimo disco del cantante libanese naturalizzato britannico dal quale è stato estrapolato il nuovo singolo Good Guys, cantato il 7 giugno a 'Che tempo che fa' di Fabio Fazio. Mika, uno dei giudici più amati della versione italiana di XFactor e di cui uno dei brani più celebri è Grace Kelly, celebrerà quindi il 10 giugno al Fabrique di Milano la sua ultima fatica nel primo di una serie di concerti che terrà in Italia, e che a 10 minuti dall'apertura della vendita dei biglietti ha registrato sold out.

A bocca semi-asciutta i fan del popolare cantante conosciuto a livello internazionale, che però sarà nuovamente a Milano a settembre oltre che in altre città italiane.

Tour Mika 2015 Italia: date e prezzi dei biglietti Ticketone

Dopo il primo concerto del 10/6 al Fabrique di Milano, il tour italiano di Mika lo vedrà impegnato al Teatro Antico di Taormina il 23 luglio alle 21.45 (prezzi dei biglietti da 35 euro per la Cavea non numerata) e il 25 luglio a Cattolica all'Arena della regina (Ultimi biglietti da 46 euro per il parterre in piedi non numerato). Le date successive saranno a settembre quando il popolare cantante tornerà nel milanese al Forum di Assago il 27/9 dalle ore 20.30 (ultime disponibilità di biglietti nel secondo anello non numerato settore C da €34,5), poi al Palalottomatica di Roma il 29/9 dalle 21 (per questo concerto c'è ancora una discreta disposnibilità di ticket dai 34,5 euro ai 63,25€), infine a Firenze al Nelson Mandela Forum il 30/9/15 dalle ore 21 (anche in questo caso ancora ampia disponibilità di biglietti con prezzi da € 40,25 a € 63,25). 

Eventuali disponibilità di ticket per il concerto di Mika possono essere verificate su siti come prontoticket.it e viagogo.it.

Biografia di Mika: la lotta contro dislessia e bullismo

Mika è dislessico? La risposta arriva direttamente da lui che candidamente confessava a Radio Deejay tempo fa - in una video-intervista visibile su Youtube - che colleziona orologi ma "non posso usarne neanche uno perché sono dislessico". Il cantante pop molto teneramente racconta che da piccolo aveva avuto molte difficoltà e la vita gli è stata cambiata dalla musica, grazie alla quale aveva capito che "poteva fare qualcosa di buono" ma non è l'unica molla, la dislessia, che lo ha fatto diventare la popstar attuale. Mika infatti da giovane è stato vittima di bullismo e ha passato un periodo dell'adolescenza davvero brutto che lko hanno portato a "cercare vendetta con le canzoni" come riportato da windycitymediagroup.com che lo ha intervistato dopo l'uscita del suo terzo album. Per questo motivo, in concomitanza con uno degli ultimi talent show nel quale era giudice, Mika aveva collaborato con Cartoon Network in un video contro il bullismo che era stato poi diffuso in televisione.
Segui la nostra pagina Facebook!