Le ragazze Gilmore tornano sul piccolo schermo con la miniserie “Gilmore Girls: A year in the life”, sequel della serie televisiva che le ha viste protagoniste per sette stagioni tra il 2002 e 2007. Il 25 novembre di quest’anno saranno in onda su Netflix i 4 episodi della miniserie, dureranno 90 minuti ciascuno ed ognuna sarà dedicata ad una stagione, fino a coprire l’arco cronologico di un anno; lo suggeriscono i titoli degli episodi: inverno, primavera, estate ed autunno, che il gigante dell'intrattenimento manderà in streaming esattamente durante la festa del ringraziamento americana, per un fine settimana completamente dedicato al loro ritorno.

Pubblicità

Le stagioni cambiano, ma certe cose non cambiano mai

Il 28 luglio Netflix, distributore di questo atteso serial, ha pubblicato in rete il trailer dell’ottava stagione; ciò che viene mostrato non delude le aspettative dei numerosi fan, dopo quasi 10 anni dalla fine della Serie TV, l’animo ironico, eccentrico e spiritoso delle Gilmore non perde lo smalto e continua ad attrarre. Tuttavia gli anni sono trascorsi anche per loro, la frizzante Lorelai non è più una giovane mamma e Rory ormai è una donna.

Il trailer riporta gli spettatori nella piccola, ma per niente ordinaria, cittadina di Stars Hollow, ripresentando i luoghi che sono stati punti di fissi della vita di Lorelai e Rory, che hanno avuto un importante ruolo contestuale e che hanno assistito alle avventure delle protagoniste.

In modo nostalgico il video inizia mostrandoci il gazebo innevato di Stars Hollow, passando all’insegna della tavola calda di Luke, alla locanda di Lorelai e infine ci offre uno momento dell’intimità delle ragazze Gilmore, impegnate in uno dei tipici discorsi nonsense.

Pubblicità

Il trailer termina accompagnato dalla colonna sonora distintiva della serie tv, che richiama i vecchi tempi e ci riporta ai grandi interrogativi che la fine della serie ha lasciato.

Condividono il merito della miniserie Amy Sherman-Palladino e Daniel Palladino, che sono stati rispettivamente lei creatrice della serie TV e lui produttore. Il cast originario sarà al completo, l’unico grande assente sarà nonno Richard, interpretato da Edward Herrmann, venuto a mancare nel 2014.